Pubblicato il

Il Pd combatte l’illegalità con manifesti illegali

Il Pd combatte l’illegalità con manifesti illegali

Maugliani e Catalini richiamano a condurre le discussioni politiche nelle sedi opportune

CERVETERI – Prosegue nonostante il commissariamento del circolo l’attività politica del gruppo Unità Democratica – Pd Cerveteri che ha di recente sfiduciato il segretario di circolo Alessandro Gnazi.

Dopo la riunione di martedì sera, occasione per il primo incontro con il commissario del circolo dem, i messaggi lanciati dal segretario provinciale Rocco Maugliani e dal commissario Marco Catalini erano stati chiari: la discussione politica va condotta nelle sedi opportune. Ma l’indomani nella città non sono tardate a comparire dei manifesti abusivi con logo el partito democratico, difficilmente autorizzati dallo stesso reggente del circolo.

Il manifesto abusivo di Unità Democratica, che è stato affisso sulle plance comunali, lancia lo slogan “Pascucci e pascuccini tra illegalità e zero trasparenza”, fa riferimento all’annosa questione Campo di Mare e della lottizzazione Ostilia, forse il vero e reale spartiacque all’interno del circolo cerite.

Nel frattempo il circolo Pd dovrà arrivare a breve al congresso, sperabilmente entro l’estate, onde rischiare di non avere più tempo per presentarsi ufficialmente alle elezioni comunali del 2017.

Ma la politica cerveterana va avanti a prescindere dal momento difficile dei democratici e sarà importante in questi mesi riuscire a tenere una linea politica condivisa con in ballo dei temi di importanza vitale per la città come il nuovo piano regolatore generale e la questione Campo di Mare.

ULTIME NEWS