Pubblicato il

Authority, recuperati 12 milioni

Authority, recuperati 12 milioni

Molo Vespucci vince il ricorso al Consiglio di Stato contro TotalErg, Eni ed Enel. Monti: “Possiamo liberare risorse importanti per lo sviluppo”

di FRANCESCO BALDINI

CIVITAVECCHIA – L’Autorità portuale ha vinto il ricorso al Consiglio di Stato per la riforma della sentenza del Tar sull’annullamento dell’aumento del 100% della tassa portuale sulle rinfuse come carbone e oli minerali. 

I Giudici di Palazzo Spada hanno dichiarato la giurisdizione del Giudice tributario. 

«È una sentenza che ribalta una decisione del Tar presa – spiega il commissario straordinario Pasqualino Monti – contro l’Autorità portuale a favore di Totalerg, Eni ed Enel. Il Consiglio di Stato ha deciso, così come noi pensavamo ed auspicavamo, di riformare la sentenza del Tar e, ad oggi, abbiamo recuperato 12 milioni di euro che avevamo accantonato in un fondo e quindi possiamo liberarli per ulteriori investimenti in ambito portuale». 

Il Commissario spiega che la tassazione era incrementabile per opere straordinarie come, in quegli anni, la realizzazione della darsena traghetti e continua: «Scriveremo all’Ufficio della Dogana chiedendo di incassare ciò che non è stato incassato nel 2015 – spiega Monti – non ci saranno rivalse da parte nostra, la cifra da recuperare si aggira attorno ai 10 milioni si euro, ci siederemo con le tre grandi aziende per far comprendere loro che la nostra volontà non è quella di andare ad incidere sui loro profitti attraverso tassazioni troppo elevate ma, siamo disponibili, come abbiamo sempre detto, a diminuire le tasse nel momento in cui le aziende si impegnano a portare maggior quantità di prodotto e quindi maggiore ricchezza nei nostri scali. Questa è la politica commerciale del nostro porto, se così non fosse stato, certamente nei tre anni di peggiore crisi a livello nazionale e internazionale non avremmo raggiunto i risultati che abbiamo conseguito». 

Monti spiega che l’Autorità portuale era stata accusata di aver incassato solamente 169 mila euro nel 2014: «Si tratta, invece, di 8 milioni e 169 mila. Da quando ci sono io l’Authority non ha mai incassato meno di 8 milioni di euro all’anno, il nostro è un ente che ha raggiunto utili unici nel panorama nazionale ed il porto di Civitavecchia è stato eletto da Espo (l’associazione europea dei porti, ndr) come porto del mese, un riconoscimento che mi auguro porterà i suoi benefici, ma soprattutto abbiamo vinto ogni causa o ricorso in cui siamo stati tirati in ballo. Si è creato – aggiunge – un caso, dove il caso non esisteva, il 2015 è stato un anno straordinario e nel 2016 supporteremo le aziende in sofferenza. Il mio ringraziamento va all’Avvocatura generale di Stato ed all’Ufficio legale dell’ente».

ULTIME NEWS