Pubblicato il

Cras: il progetto accende il dibattito

Cras: il progetto accende il dibattito

Allumiere. Il segretario del Pd Ceccarelli replica a Stefanini

ALLUMIERE – «Mi chiedo che problema abbia Emiliano Stefanini nei confronti del Pd di Allumiere e, più in generale, nei confronti di un progetto di unità del centrosinistra». Questo il commento del segretario del Pd di Allumiere, Simone Ceccarelli, dopo le parole di Stefanini pubblicate dal nostro giornale. «Stefanini si attacca sul petto la medaglietta di colui che apre il dialogo nel centrosinistra. Ma quando mai? Lo sfido pubblicamente – ha spiegato – a negare di aver ricevuto l’invito di Cras prima di iniziare questo botta e risposta. Dica la verità. Le forze politiche (Gd, Socialisti e Rete dei Cittadini) che hanno già aderito al progetto Cras, pensato e voluto dal Pd di Allumiere, hanno mandato l’invito a SeL, Rifondazione Comunista, Idv, Movimento Fontana Tonna e M5S (i quali hanno preso fischi per fiaschi rispondendo al Pd, dimostrando di non aver capito non solo il testo che è stato loro recapitato, ma neanche chi fosse il mittente) prima che divampasse questa polemica; è lui che, una volta ricevuto l’invito, ha provato maldestramente a mettere il cappello sul processo di ricostruzione della sinistra allumierasca inventandosi un tavolo di confronto. Per fortuna anche altre forze politiche hanno ricevuto l’invito in tempi non sospetti e potranno testimoniare che la sua presunta apertura arriva seconda. A noi di Cras non interessa la paternalità dell’operazione, ma non permetteremo mai che chi arriva all’ultimo secondo venga ad intascarsi meriti che non ha». Il segretario Pd spiega che il percorso di Cras nasce da lontano e che il progetto è stato già illustrato nel direttivo del Pd e presentato alle forze politiche con cui il Pd ha costituito la coalizione. «Giovedì verrà illustrato alle forze politiche che aderiranno – ha aggiunto Ceccarelli – presenteremo il progetto alle realtà civiche, associative, di categoria e alla popolazione tutta, per costruire una struttura inedita, un luogo politico che si occupi delle idee e sia di ispirazione alla politica nostrana. Lavoriamo duramente a questo progetto da più di un anno e, con tutto il rispetto, non è accettabile che Stefanini, oggi, voglia ergersi a paladino della ricostruzione del centrosinistra. Sia chiaro che Cras non è il Pd, ma è il Pd che aderisce a Cras. Questo è un punto fondamentale. Noi non ci fermeremo: porteremo avanti questo ambizioso progetto coinvolgendo tutta l’Allumiere democratica e progressista ad ogni livello, fino ad incontrare il singolo cittadino che non si sente rappresentato dalla politica attuale. Il nostro obiettivo è, almeno ad Allumiere, quello di porre fine alla diaspora della sinistra. Non saranno certo questi piccoli sgambetti a fermare le nostre idee». L’incontro organizzato da Cras si svolgerà il 10 marzo alle 21,30 nella sede del Pd di Allumiere: «Saremo lietissimi di confrontarci con SeL, Rifondazione Comunista, Idv e Fontana Tonna (i 5 Stelle hanno declinato l’invito), ma non per venire a mangiare una ‘’zuppa già cotta da qualcuno’’, bensì per collaborare (tutti insieme e tutti uguali) alla costruzione di quel centrosinistra allargato, che comprenda le realtà politiche, civiche e ambientaliste che si riconoscono nei valori del progresso democratico. Le porte di Cras sono spalancate nei confronti di SeL, come nei confronti di tutti gli altri. Gli aspetti che ci uniscono sovrastano di gran lunga le piccole increspature di superficie che sembrano dividerci».

(Rom. Mos.)

ULTIME NEWS