Pubblicato il

Giorgio Bassani nel ricordo di Fiorella

Giorgio Bassani nel ricordo di Fiorella

Il professor Spinelli ha intervistato la titolare dell’hotel Le Najadi. La donna è la destinataria della dedica composta dallo scrittore

SANTA MARINELLA – Il prof. Livio Spinelli, in occasione dei festeggiamenti del centenario della nascita dello scrittore Giorgio Bassani, noto per aver scritto il libro “Il giardino dei Finzi Contini”, ha intervistato la signora Fiorella, titolare dell’hotel Le Najadi destinataria della dedica di Bassani. “ Conobbi Giorgio Bassani da bambina quando Santa Marinella era la vera Perla del Tirreno – dice la signora – e faceva concorrenza a Saint Tropez e a Sanremo e l’hotel era un simbolo della “dolce vita”, dove facevano capo molti artisti e personaggi del jet set internazionale tra cui Re Faruk d’Egitto e la Regina Narriman, Ingrid Bergman, Roberto Rossellini, Federico Fellini e Giulietta Masina, Esther Williams, Gregory Peck, Sophia Loren, Totò, Vittorio Gassman, Alberto  Sordi, Anna Magnani, Vittorio De Sica, Anna Fougez e Domenico Modugno. Tra loro anche Mario Soldati con tutta la sua famiglia, era ospite fisso nel nostro hotel. Fu lui che un giorno si presentò a pranzo con un signore molto distinto, Bassani non conosceva Santa Marinella, ma gli piacque subito così lo vedemmo sempre più spesso nel nostro hotel finché divenne un ospite abituale. Giorgio Bassani era un amante del mare e della natura e solo a Santa Marinella trovò quella serenità  che gli permise di scrivere il suo capolavoro. Era un uomo particolare, una persona meravigliosa che non poteva passare inosservato, era gentile, affabile, riservato, si affezionò molto a me e alla mia famiglia e fu preso a benvolere da tutto il personale dell’albergo. Il ricordo più caro che conservo di lui è una copia del Giardino dei Finzi Contini con la dedica di questo romanzo, a me ed alla mia famiglia. Gli anni sono passati ma la stanza dove ha scritto questo libro resta e ancora mi sembra di rivederlo al lavoro”. Se lo ricorda bene anche la signora Marisa, la più anziana dipendente dell’hotel. “La mattina si alzava sempre molto presto – afferma la signora – scendeva con un camicione bianco, prendeva il caffè e poi andava sul molo a vedere l’alba, sempre, anche in inverno col freddo. Dopo rientrava in albergo e cominciava  a scrivere. Non era uno che scriveva per delle ore. Scriveva una mezz’oretta, faceva una pausa, si alzava, gironzolava un po, prendeva un caffè e poi ricominciava. Era un amante della natura, certi giorni si allontanava per fare delle escursioni e a volte arrivava fino alle colline dell’Uccellina nel grossetano”. Molti poi si ricordano delle partite a tennis di Bassani allo Sporting Club dove faceva coppia fissa con Mario Soldati, formando un terzetto unico quando arrivava Ruggero Orlando ( noto corrispondente da New York della RAI, anch’egli ospite con la sua moglie americana all’hotel). Il professor Spinelli, che documentò in un libro questi eventi,  in occasione dell’intitolazione della via a Giorgio Bassani, ebbe modo di registrare anche una intervista con la Signora Annabella Soria, parente della famiglia Finzi Contini documentando la reale esistenza di questa famiglia di cui si parla nel romanzo.

 

Gi.Ba.

ULTIME NEWS