Pubblicato il

Pontina Mobili: lavoratori a rischio licenziamento

Pontina Mobili: lavoratori a rischio licenziamento

di FRANCESCO BALDINI

Invitati alla festa per un miliardo di mobili venduti in Italia in un anno, dopo un mese i licenziamenti. È lo strano caso della ‘‘Pontina mobili’’ del gruppo Mondo convenienza. ‘‘Vorremmo festeggiare insieme a voi, il 16 dicembre’’, questo recitava la lettera che invitava i dipendenti a far festa, però il 19 gennaio del 2016 ricevono la brutta notizia: «Ci è stato comunicato, a voce, che l’azienda avrebbe proceduto al licenziamento – dichiara Roberto Achilli per la Pontina Mobili  – ed il 4 febbraio è stata ufficialmente aperta la procedura».
Sono 23 i dipendenti che rischiano il posto, 21 di Civitavecchia e 2 di Roma. «L’azienda non vuole ricollocare – spiega Achilli –  e dopo due incontri che non hanno portato a nulla, abbiamo ottenuto al massimo la possibilità di trasferimento per i responsabili dei turni, un totale di due posti, uno a Milano ed uno a Lecce, inoltre – aggiunge – ci è stata proposta una buona uscita ridicola di 7mila euro». Una situazione ai limiti dell’assurdo, quella dei lavoratori della Pontina mobili che si chiedono: «Possibile che un’azienda che festeggia un miliardo di euro di mobili venduti in Italia nel 2015 proceda a licenziare 23 persone?».
Una domanda più che legittima quella di Achilli e dei dipendenti che si dichiarano però pronti ad utilizzare ogni mezzo a loro disposizione per impedire il licenziamento e denunciare con una punta di incredulità l’assurdo comportamento di un big che festeggia gli introiti e poi licenzia.

ULTIME NEWS