Pubblicato il

Inceneritore: oggi l'incontro pubblico

Inceneritore: oggi l'incontro pubblico

Appuntamento alle 17.30 alla sala conferenze della biblioteca comunale

CIVITAVECCHIA – Il giorno è arrivato. Oggi pomeriggio alle 17,30, presso la biblioteca comunle, cittadini e politici avranno la possibilità di confrontarsi a viso aperto sull’annunciata realizzazione di un ossidatore termico al Centro Chimico di Santa Lucia. È il primo incontro pubblico per affrontare la questione, organizzato dal comitato spontaneo ‘‘Cittadini Uniti contro l’Inceneritore’’, che dopo le ultime avvisaglie si è rimboccato le mani, chiamando a raccolta non solo i residenti della zona Santa Lucia, ma tutti i cittadini di Civitavecchia e dei comuni limitrofi. «Oggi come allora, tutte le istituzioni territoriali, dai Comuni al Parlamento, passando per Area metropolitana di Roma e Regione Lazio, hanno prodotto o stanno producendo atti amministrativi di contrarietà – si legge nella nota del comitato spontaneo ‘’Cittadini Uniti contro l’Inceneritore – il Ministero della Difesa pare affermi che entro il 2020 l’impianto entrerà in funzione. E questo ci preoccupa molto».
Una preoccupazione che riguarda principalmente l’aspetto legato all’impatto che una nuova fonte inquinante avrebbe sulla salute dei cittadini, ecco perché, nel corso dell’incontro in programma per oggi alle 17,30, si cercherà di fare chiarezza anche e soprattutto sulle ricadute in termini ambientali.  La fase è delicata: gli scontri politici finalizzati ad addossare responsabilità specifiche servono esclusivamente a spostare l’attenzione dal vero problema da affrontare con determinazione e impegno collettivo, che rimane la realizzazione di un ossidatore termico presso il Centro Chimico di Santa Lucia.
«I cittadini hanno il dovere di costruire le forme di una mobilitazione ampia, popolare, inclusiva, orizzontale, vivace e determinata – prosegue il comitato spontaneo –  e come  parte lesa, come popolo inquinato, invitiamo  ad un primo incontro pubblico nel quale abbiamo chiamato a raccolta tutti i livelli della rappresentanza istituzionale. Un incontro presso la biblioteca comunale di piazza Calamatta – conclude la nota – nel quale vogliamo ricostruire un’idea di comunità e di appartenenza».

ULTIME NEWS