Pubblicato il

Identità Digitale, parte il nuovo Sistema Pubblico

Identità Digitale, parte il nuovo Sistema Pubblico

OSSERVATORIO GIURIDICO-ECONOMICO

di MARIASSUNTA COZZOLINO

Una nuova tappa nel ‘cammino’ di digitalizzazione della pubblica amministrazione: già da questo mese i cittadini potranno accedere ai primi servizi online attraverso l’identità unica SPID.
Di cosa si tratta?  SPID è il nuovo sistema di login che permette a cittadini e imprese di accedere con un’unica identità digitale ai servizi online pubblici e privati in maniera semplice e sicura. Non più, dunque, le decine di password, chiavi e codici necessari oggi per utilizzare i servizi online di Pa e imprese. “L’identità SPID – precisa la nota –  è costituita da credenziali con caratteristiche differenti in base al livello di sicurezza richiesto per l’accesso. Esisteranno tre livelli di sicurezza, ognuno dei quale corrisponderà a tre diversi livelli di identità SPID. Pubbliche amministrazioni e privati definiranno autonomamente il livello di sicurezza necessario per poter accedere ai propri servizi digitali”. Le credenziali SPID garantiranno un accesso unico a tutti i servizi da molteplici dispositivi”.
 Come si ottiene l’identità digitale? Saranno i c.d. Identity Provider – soggetti privati accreditati da AgID (Agenzia per l’Italia Digitale) – a rilasciare l’identità SPID che, nel rispetto delle regole emesse dall’Agenzia, forniscono le identità digitali e gestiscono l’autenticazione degli utenti. Per ottenere un’identità SPID l’utente deve farne richiesta al gestore, il quale, dopo aver verificato i dati del richiedente, emette l’identità digitale rilasciando le credenziali all’utente. Ogni gestore può scegliere tra diverse modalità di verifica. Il cittadino può scegliere il gestore di identità digitale che preferisce. Attualmente i gestori di identità digitale sono: InfoCert S.p.a, Poste Italiane S.p.a., Telecom Italia Trust Technologies S.r.l. Fonte: www.agid.gov.it

ULTIME NEWS