Pubblicato il

Il Pd difende l'operato dell'assessore Ranucci

TARQUINIA – «Pretestuose le polemiche nei confronti dell’assessore ai lavori pubblici Ranucci ma non biasimo nessun attacco diffamatorio verso gli organi di stampa».
Il segretario del Pd scende in campo per difendere dalle critiche l’assessore ai lavori pubblici ma altresì condanna le parole usate da qualche amministratore verso la stampa.
«Appare evidente che qualcuno ritiene di potersi portare avanti con il lavoro della campagna elettorale per le prossime elezioni comunali, non con argomentazioni costruttive, programmi, idee per il cambiamento, progetti, ma con polemiche sterili, false e pretestuose – ha spiegato il segretario Piero Rosati – a farne le spese in questi giorni è l’assessore ai lavori pubblici Anselmo Ranucci, accusato di tutto e del contrario di tutto. In particolare si critica la nuova rotatoria che precede il ponte dell’ex strada provinciale Porto Clementino, dimenticando che a qualche metro di distanza, ce n’è un’altra fatta dall’Amministrazione Comunale di centrodestra, brutta e pericolosa, più simile a un percorso di guerra che a un’opera di scorrimento stradale e causa di diversi incidenti, senza che la stampa scrivesse una sola riga». Ed ancora. «Si criticano le complanari per estetica, ampiezza e lunghezza – ha sottolineato –  ma non si specifica che tutte le strade coinvolte nel progetto sono sotto la responsabilità della Sat e di Anas. Ci sono degli uffici che stanno svolgendo un lavoro di supporto efficace e professionale, che è ancora in itinere, ai cui non si rende merito. Da un po’ di tempo a questa parte – ha concluso quindi il segretario del Pd – sono tutti allenatori e ingegneri. È più comodo e facile attribuire responsabilità agli amministratori, specie quando si è in colpa per non essere stati capaci di fare meglio».
F.F.

ULTIME NEWS