Pubblicato il

Ordinanza di custodia cautelare per Moscherini

Ordinanza di custodia cautelare per Moscherini

Blitz della Guardia Forestale e dei Carabinieri del Noe, coordinati dal Pm Del Giudice. L'ex sindaco si trova negli Usa e starebbe rientrando in Italia. Ai domiciliari il suo collaboratore Enzo De Francesco. L'ipotesi di reato è di tentata estorsione e minacce. Tutto sarebbe partito dai tentativi di far acquistare una cava di pietra per la realizzazione della darsena traghetti. Indagata anche una terza persona. EMERGONO NUOVI PARTICOLARI. GIRO: "FORZA ITALIA HA SOSPESO MOSCHERINI DALL'INCARICO DI RESPONSABILE NAZIONALE DEI PORTI"

CIVITAVECCHIA – Ordinanza di custodia cautelare per l’ex sindaco e presidente dell’Autorità Portuale di Civitavecchia Gianni Moscherini. Il provvedimento firmato dal Gip Marasca, su richiesta del Pm Lorenzo Del Giudice, riguarda una indagine condotta congiuntamente dalla Guardia Forestale e dai Carabinieri del Nucleo Operativo Ecologico, partita da qualche mese in seguito anche a quanto emerso da dichiarazioni rilasciate agli inquirenti relativamente ad altre indagini in corso. Un altro provvedimento restrittivo è stato spiccato all’indirizzo di Vincenzo De Francesco, che da sempre è molto vicino a Moscherini, di cui fu assessore al Commercio e Turismo e successivamente amministratore di Hcs. De Francesco si troverebbe agli arresti domiciliari.

I militari, all’alba, hanno dato seguito ad una serie di controlli e perquisizioni in abitazioni e sedi di aziende legate ai due ex amministratori. In realtà risulta indagata anche una terza persona, a sua volta con rapporti molto stretti con Moscherini e De Francesco, per il quale il sostituto procuratore aveva chiesto la stessa misura cautelare degli altri due; ma il gip ha rigettato l’istanza.

Massimo riserbo in Procura, ma le ipotesi di reato sarebbero pesantissime: si parla di tentata estorsione e minacce finalizzate a far commettere un reato ad altre persone. La vicenda trarrebbe origine da fatti accaduti negli anni scorsi e sarebbe in qualche modo legata ad un’altra indagine, stavolta relativa al porto di Civitavecchia: quella sulla pietra utiizzata per la realizzazione della darsena traghetti.

Questa mattina si era sparsa la voce che l’indagine riguardasse direttamente la società G.B.U. Corporation srl, di cui Moscherini è ammistratore unico. Infatti era stato perquisito anche il box della società a Tvn, dove l’impresa metalmeccanica è appaltatrice di alcune manutenzioni.

In realtà, l’inchiesta è mirata a ricostruire quanto Moscherini e De Francesco, con la terza persona indagata, avrebbero fatto negli anni scorsi, in relazione – pare – al tentativo di far acquistare ad altri soggetti economici una cava di pietra nel viterbese.

Moscherini in questi giorni si trova a Miami per il Seatrade. Ma pare che raggiunto telefonicamente abbia dato la propria disponibilità a tornare immediatamente in Italia per chiarire la propria posizione. Il suo arrivo sarebbe atteso già nelle prossime ore; a difenderlo sarebbe Carlo Taormina.

EMERGONO INTANTO NUOVI PARTICOLARI.

Contenuto a pagamento. In edicola su LA PROVINCIA. Oppure dalle 24 disponibile su news.laprovinciadicivitavecchia.it  

 

ULTIME NEWS