Pubblicato il

Elezioni rsu Tirreno Power: Ugl soddisfatta

Elezioni rsu Tirreno Power: Ugl soddisfatta

CIVITAVECCHIA – “Ottimo risultato per l’Ugl alla centrale Torre Sud di Civitavecchia: siamo il primo sindacato, con il 49% delle preferenze”. È soddisfatta la segretaria confederale dell’area di Civitavecchia dell’Ugl Roma, Fabiana Attig. “Un grosso in bocca al lupo – ha aggiunto – perché la battaglia inizia ora: sarà una rsu che dovrà lavorare bene, in collaborazione per il bene del sito e non agli ordini di personaggi, politici o sindacali, come accaduto finora”

Mauro Cosimi, segretario territoriale degli elettrici, è risultato il candidato più votato con 31 voti. “Siamo molto soddisfatti – ha spiegato – perché questo risultato conferma l’impegno e la determinazione con cui la nostra struttura territoriale, insieme a quelle dell’Ugl Chimici, sta sostenendo i lavoratori della centrale Torrevaldaliga Sud, che rappresenta per l’area di Civitavecchia un’importante fonte di lavoro e ricchezza. Forti della fiducia dei lavoratori ci impegneremo con sempre maggiore determinazione per soddisfare gli interessi dei lavoratori che hanno creduto in noi. Il risultato più importante è stato tornare alle elezioni dopo circa dieci anni, sono state fortemente volute dalle lavoratrici ed i lavoratori di TVS, che hanno dato finalmente una rappresentanza sindacale al sito lavorativo. Grazie a tutti noi, anche a Vado, Roma e Napoli hanno potuto votare e questa è la dimostrazione che nonostante i poteri forti, la partecipazione e l’applicazione delle leggi possono cambiare lo stato delle cose”.

“La grande affermazione della lista Ugl Chimici Energia, primo sindacato a Torre Sud  – aggiunge l’eltro eletto, Mauro Scherzo – è il risultato del nostro lavoro, un impegno che i lavoratori hanno capito e premiato, sia nel voto che nella campagna elettorale. Il nostro compito ora è quello di indirizzare le scelte ed i compiti della Rsu per la tutela dei lavoratori del sito. Quindi, proporremo e controlleremo, in completa trasparenza, senza chiacchiere di corridoio, soprattutto perché si dovranno prendere decisioni importanti a tutela dell’occupazione del sito”.

ULTIME NEWS