Pubblicato il

Area ditte e Frasca: c'è tensione a Tvn

Area ditte e Frasca: c'è tensione a Tvn

CIVITAVECCHIA – Sono diciotto le imprese appaltatrici di Torrevaldaliga Nord che, entro il 4 aprile prossimo, dovranno provvedere alla rimozione completa di tutte le attrezzature, container, officine d’appoggio, uffici ospitati da circa tre anni in un’area estera alla centrale, nei pressi della pescicoltura, alla Frasca. E c’è preoccupazione tra le imprese coinvolte: innanzitutto perché il tempo messo a disposizione è poco per poter smontare tutto e ripristinare lo stato dei luoghi: si parla infatti di un’area attrezzata anche con impianti elettrici ed antincendio, difficile da trasferire in pochi giorni. E poi per andare dove? Si dice che Enel una soluzione la troverà, all’interno del cantiere, ma di certo al momento non c’è nulla. E le imprese temono per il lavoro.

Alla base della lettera ci sarebbero delle prescrizioni del Comune sull’area. Il Pincio farebbe riferimento ad un permesso del 2011 di utilizzo per cinque anni di quell’area della Frasca, che oggi non si potrebbe rinnovare perché illegittimo: a quanto pare mancherebbero infatti autorizzazioni varie, come quella paesaggistica. E il Comune parla anche della volontà di Enel di realizzare un’area ditte all’interno della centrale e di una richiesta di autorizzazione avanzata al Comune che però non sarebbe l’interlocutore giusto. A detta del Pincio servirebbe il parere del Ministero attraverso un’apposita conferenza dei servizi. E poi ci sarebbe un’indagine della magistratura, con la Polizia locale e l’ispettorato del Lavoro che avrebbero effettuato un sopralluogo nell’area della Frasca qualche giorno fa. Il Comune chiede il ripristino dei luoghi, ma le imprese coinvolte sembrano temere per il loro futuro, soprattutto in un momento di incertezze come quello attuale.

Manuela Busnengo

ULTIME NEWS