Pubblicato il

Traiano, l' Atcl si avvale di Tassi e Falconi

Traiano, l' Atcl si avvale di Tassi e Falconi

Il  Traiano per la prossima stagione incrementa con due rassegne e una scuola di recitazione. L’assessore D’Antò rassicura: «Rimane in vigore la convezione tra Comune e l’Ente»

di ELISA CASTELLUCCI

CIVITAVECCHIA – Il Traiano cambia il passo, ma ancora sotto l’ombrello di Atcl, l’Associazione Teatri Comuni del Lazio.  Come chiarito in conferenza stampa di ieri, l’intento è quello di puntare in alto, migliorando l’offerta culturale. Come? Nessun ‘‘manager’’ artistico per il momento, dall’attuale direzione, sono stati individuati dalla stessa Atcl, due riferimenti ‘ad hoc’, con competenze ed esperienza necessaria a rilanciare, per incrementare il pubblico. Nessun costo aggiuntivo,  una vera e propria scommessa attraverso le rassegne di ‘‘Traiano ridens’’, ‘‘Teatro denuncia’’ e la scuola di recitazione. I nomi scelti, quelli del direttore artistico della Blue in the face, Enrico Maria Falconi e del civitavecchiese, Davide Tassi, membro nel cda dell’associazione laziale. Nessuna investitura o nomina ufficiale, con l’ok del Comune, Tassi e Falconi, entrambi conoscitori del pubblico civitavecchiese, accettano la sfida, cercando di lavorare insieme per promuovere e migliorare la programmazione del Traiano. L’accordo del comune con l’associazione regionale, rimarrà in piedi per altri tre anni con maggiore chiarezza rispetto all’organizzazione. «Le rassegne su cui lavoreremo da aprile, partiranno dalla prossima stagione – spiega Falconi- cercheremo di non subire gli spettacoli, di interagire  di più con gli artisti, e fare in modo, che il teatro possa avere una parte attiva nella programmazione. Con ‘Traiano ridens’ ci promettiamo di portare commedie di alto livello con nomi noti, attraverso un percoso professionale, che sia io che Davide, negli anni abbiamo maturato attraverso contatti e le produzione».
 Altra sfida lanciata sarà quella della scuola, con l’obiettivo ambizioso di creare una compagnia stabile del Traiano.
«Potremmo avere qualche aiuto dalla Regione,- continua Falconi –  i prezzi saranno calmierati e l’offerta didattica molto buona, si avvarrà di produttori, registi tra cui Claudio Bollaccini, Giancarlo Fares, Ilenia Costanza, Ettore Falzetti e lo stesso Davide Tassi. Dopo il percorso della durata di un anno, gli allievi avranno la possibilità di essere selezionati dalle varie produzioni per delle tournè nazionali». Tuttavia dopo la conferenza stampa tra le fila dei giovani del Pd, aleggia confusione ed è Claudia Feuli a manifestarla. La portavoce dei giovani del Pd, lancia diverse provocatorie domande alla Giunta Pentastellata sulle procedure amministrative in base alle quali sarebbero stati scelti i responsabili delle nuove iniziative. «È stato per caso indetto un bando? Un concorso di idee? Un avviso pubblico in cui è stata data l’opportunità alle moltissime realtà artistiche locali di partecipare?» Chiede la Feuli, omettendo però un passaggio fondamentale, ovvero l’attuale presenza dell’Atcl al Traiano  meglio definita da una convezione. Dal comune l’assessore alla Cultura, Enzo D’Antò rassicura: «I rapporti tra comune e Atcl sono sempre quelli descritti dalla nuova convenzione che prevede, che l’Ente detenga il coordinamento artistico del teatro, tra gli obiettivi quello di organizzare attività di formazione inerenti al mondo teatrale. La Regione tra l’altro, si è complimentata, della funzionale collaborazione fra istituzioni (Regione, Comune, Atcl)». «E’ importante ricordare – aggiunge D’Antò –  come le rassegne siano a costo zero per l’amministrazione e finanziati solamente dal ricavo dei biglietti e, eventualmente, da un’integrazione di Atcl; è giusto precisare come la scuola di recitazione sia anch’essa a costo zero per il Comune e di come i docenti siano stati selezionati dallo stesso Ente».

ULTIME NEWS