Pubblicato il

Butteri maremmani protagonisti alla Festa della Merca con la Fitetrec Ante

Butteri maremmani protagonisti alla Festa della Merca con la Fitetrec Ante

TARQUINIA – Il 9 e il 10 aprile a Tarquinia torna il consueto appuntamento con lo spettacolare lavoro di butteri e cavalli, tra passato e presente. Si tratta della 48esima  edizione della Festa della Merca, evento organizzato dall’Università Agraria di Tarquinia,  dedicato alla terra di Maremma e alle sue antiche usanze.  OrmaI annoverato come uno degli eventi più prestigiosi e storici legati alla tradizione allevatoriale della Maremma e all’arte equestre tipica dei butteri, la Festa della Merca prenderà il via, come sempre, all’interno della suggestiva cornice della Roccaccia, una grande tenuta agricola gestita dall’ente agrario.

La storia di una terra antica e ricca di tradizione, nella quale butteri, cavalli, vacche e il lavoro con il bestiame titpico della vita dei valorosi “cow boy italiani”, rivive nell’ambito della due giorni che si svolgerà sotto l’egida della Fitetrec Ante e con l’organizzazione del suo dipartimento di Monta Maremmana, parte delle discipline di “Monta da lavoro” che coesistono sotto il cappello Federale.

Il coinvolgente evento Federale dedicato a valorizzare e mettere in scena tutti gli aspetti della tradizione maremmana vedrà un ricco programma durante la due giorni laziale.

«Dalla prima tappa del “Campionato Fitetrec Ante Lazio Monta Maremma”, con le sue spettacolari prove di abilità, sbrancamento e gioco a squadre, – spiega il presidente Franco Amadio –  fino al Trofeo Conmar “Butteri Insieme” con la prova speciale di conduzione della mandria. E ancora imperdibile la rassegna che vedrà disputarsi il Campionato nazionale di morfologia del Cavallo Maremmano, ma anche quella dedicata al Cavallo Tolfetano e al Bovino Maremmano, e ancora la gara di mascalcia, spettacoli equestri e la rassegna cinofila del cane Pastore e del cane Segugio Maremmano».

«Un evento unico  – prosegue Amadio – durante il quale si esibiranno diversi cavalieri provenienti da più gruppi: dell’Associazione Nazionale cavallo Tolfetano di Allumiere, quelli dei Butteri delle due Maremme (Maremma laziale), e ancora i binomi del Labbadia di Ponzano Romano, La valle di Lady di Riano, i Cavalieri di Maremma di Marta, i Butteri della Maremma di Grosseto, i Butteri delle Paludi Pontine di Cisterna di Latina, quelli de La Bardella Maremmana di Marta,  e infine I ragazzi del Circolo Ippico Equus di Tuscania, quelli dell’Associazione Butteri di Cottanello e dell’Associazione Butteri di Blera”.

 

 

 

 

 

 

ULTIME NEWS