Pubblicato il

A Tolfa è corsa a tre per la carica di sindaco

A Tolfa è corsa a tre per la carica di sindaco

Candidati per la poltrona più alta, il sindaco uscente Luigi Landi, l’avvocato Mauro Tagliani e il funzionario del Comune di Civitavecchia Mario Curi. Aria di rinnovamento e di fermento in vista delle elezioni amministrative di giugno

di ROMINA MOSCONI

TOLFA – A Tolfa è partita la corsa a tre per sedersi sulla massima poltrona dell’assise collinare. Tre sono, infatti, per ora le liste che alle elezioni amministrative del prossimo 5 giugno si daranno battaglia a suon di voti. C’è da rilevare che ancora non è stato emanato il decreto ministeriale che fissa la data delle elezioni: per ora la data più probabile dovrebbe essere appunto il 5 ma non c’è ancora l’ufficialità e quindi anche la data ultima di presentazione delle liste non è ancora stabilita.

In primis ci sarà la lista civa di continuità che sostiene il candidato sindaco uscente Luigi Landi. «La nostra – spiega il sindaco Luigi Landi – sarà una lista di continuità ma non troppo – perchè avrà dei forti connotati di rinnovamento; è molto molto aperta e vuole rappresentare a 360 gradi Tolfa; abbiamo rappresentnati di tutte le forze sociali che operano in paese; non ha nessun tipo di appartenenza politica. Il nostro obiettivo è valorizzare nuove risorse e i giovani che possano guidare il paese anche in futuro».

La seconda lista è una vera e propria novità e sostiene come candidato sindaco il popolare avvocato Mauro Tagliani molto impegnato nel sociale e presidente del Rotary Club, molto amante del suo paese e delle sue bellezze storiche e archeologiche. Fu proprio lui che in località ‘‘Le Mattonelle’’ ha scoperto complesse strutture murarie di epoca romana edificate per lo sfruttamento termale delle acque sorgive che attualmente ancora alimentano il Fontanile di Bardone. L’avvocato Tagliani da anni si occupa della storia del territorio e già nel 2007 ha pubblicato un libro dal titolo ‘‘Tolfa dalle origini a 1201; nel 2011 ha pubblicato il libro ‘‘La mansio romana lacus e et mons Ciminus’’. La sua lista ha come obiettivo: «Il bene del paese attraverso persone nuove che vogliono impegnarsi per rialzare Tolfa e per migliorare la vita nel paese sotto ogni punto di vista».

La terza lista è quella che raccoglie molti giovani del Pd e ha scelto come candidato sindaco il sindacalista Mario Curi residente a Tolfa e Funzionario Direttivo nel Comune di Civitavecchia. Curi ha ufficializzato il suo sì ieri mattina. «La nostra sarà una lista civica; il progetto nasce dal Pd col suo programma; Curi è sostenuto dal centro sinistra e da persone della società civile che non necesssariamente appartengono a qualche partito in particolare, ma che condividono il nostro pensiero e la voglia di cambiare e far prosperare di nuovo questo paese – spiegano dal direttivo del Pd di Tolfa – il nostro è un gruppo di giovani che hanno deciso di darsi da fare anzichè restare a guardare il paese morente. La nostra lista e il nostro programma hanno come principio di base la massima apertura alla partecipazione di coloro che condividano questi aspetti. Le competenze e l’esperienza del nostro candidato Mario Curi sono requisiti fondamentali che saranno anche motivo di crescita per tutti i giovani che si accingono a far parte di questa squadra». Resta ora da sciogliere l’incognita Rifondazione Comunista: il gruppo per ora è in stand by; sembra che i rifondisti potrebbero sostenere Landi nel caso che quest’ultimo faccia una lista condivisibile. A pendere come la spada di Damocle è la decisione del Movimento 5 Stelle: faranno una lista propria? Altrimenti chi sosterranno? La corsa è cominciata: si attendono solo i candidati delle varie liste.

ULTIME NEWS