Pubblicato il

Tari. Grando: ''Amministrazione in alto mare''

Tari. Grando: ''Amministrazione in alto mare''

Ladispoli. Approvate in consiglio comunale le aliquote Iuc ad eccezione del regolamento sulla tassa rifiuti. Il consigliere: «Un’amministrazione incapace di abbassare la pressione fiscale»

LADISPOLI – Sono state approvate nell’ultimo consiglio comunale del 31 marzo le aliquote relative alla Iuc (imposta unica comunale).

Le tariffe approvate sono state apportando le modifiche richieste dalla normativa vigente nazionale.

Unico punto all’ordine del giorno che non è stato approvato è stato il nuovo regolamento relativo alla Tari, fermato in commissione prima di approdare in consiglio.

A sollevare molte questioni in merito al nuovo regolamento è stato il consigliere di opposizione Alessandro Grando (Cuori Ladispolani).

Per il consigliere sarebbero molti i punti non chiari o da migliorare all’iinterno del regolamento.

Primo tra tutti la mancanza di agevolazioni per persone con situazione di svantaggio, come ade esempio famiglie con persone portatori di handicap, o con svantaggi economici. «Siamo uno dei pochi comuni in Italia – commenta Grando – che non ha previsto riduzioni per queste categorie».

Altra questione è, per Grando, la non inclusione delle associazioni di categoria durante la stesura del regolamento.

Altro punto sollevato in commissione è stata la mancanza della presentazione del piano finanziario.

«Sono in alto mare. Ad oggi – commenta Grando – non è stato ancora presentato il piano finanziario. L’amministrazione ha detto che serviranno almeno altri 20 giorni. Questo credo presupponga uno slittamento del bilancio di previsione che va approvato entro la fine del mese ma ad oggi non ci è arrivata nessuna notifica di proroga».

«Ladispoli ancora non ha visto i benefici economici della differenziata – commenta Grando – è un’amministrazione incapace di abbassare la pressione fiscale».

ULTIME NEWS