Pubblicato il

Dopo secoli torna il sarcofago degli sposi

Dopo secoli torna il sarcofago degli sposi

La copia a firma di Giorgetto Giugiaro sarà esposta nella necropoli della Banditaccia. Clone d’autore l’opera avrà una location permanente

CERVETERI – Il Maestro Giorgetto Giugiaro, autore dell’opera e noto designer, la Soprintendente Archeologica del Lazio dott.ssa Alfonsina Russo, il sindaco Alessio Pascucci, l’assessore al Turismo Lorenzo Croci, la direttrice della Necropoli della Banditaccia dott.ssa Rita Consentino, saranno presenti il 10 aprile 2016 alle ore 11 alla posa dell’opera del Maestro Giorgetto Giugiaro “Il Sarcofago degli Sposi”, clone d’Autore nella nuova location in cui sarà esposta permanentemente presso i nuovi spazi espositivi realizzati nella Necropoli Etrusca della Banditaccia. Alcuni cenni di storia e informazioni sull’opera, contenute nell’invito, sono a firma della Dottoressa Rita Cosentino «La storia del rinvenimento del Sarcofago degli Sposi è quella comune agli innumerevoli reperti archeologici finiti in collezioni di musei stranieri. In una Italia risorgimentale,Si deve a Felice Barnabei, nelle sue “Memorie di un archeologo”, il racconto che portarono all’acquisizione del Sarcofago degli Sposi al Museo Etrusco di Villa Giulia. A metà degli anni cinquanta, dal sodalizio tra Renato Bartoccini e l’ing. Maurilio Lerici si metterà mano, tra i numerosi ed innovativi progetti, al restauro del Sarcofago degli Sposi. Non fu per l’industriale del ferro il cattivo stato di conservazione a spingerlo a finanziare l’iniziativa, quale sponsor ante litteram, ma l’enorme fascino ed il coinvolgimento emotivo alla vista dello straordinario gruppo. Che dire, dopo oltre mezzo secolo, lo stesso “corto circuito emotivo” ha colto anche noi, una squadra multidisciplinare rappresentata dalla Soprintendenza Archeologica del Lazio e dell’Etruria meridionale, Cineca, dall’Università di Bologna, dal CNR ISTI di Pisa, dal CNR ITBC di Roma, dalla Fondazione Bruno Keller che ha lavorato in stretta collaborazione per poter arrivare alla realizzazione di un prodotto tecnologico dall’alto rigore. Le operazioni di digitalizzazione hanno consentito a Giorgetto Giugiaro di produrre un clone al vero del Sarcofago degli Sposi, che sarà esposto domenica 10 aprile nella sala sala ‘Franco Minissi’». (Ton. Mor.)

ULTIME NEWS