Pubblicato il

Ladispoli si prepara ad accogliere la Madonna

Ladispoli si prepara ad accogliere la Madonna

FATIMA. Parla Don Giuseppe, il parroco della Chiesa Sacro Cuore di Gesù che ospiterà la statua. Il prete: «I messaggi di Maria presagi di fatti che si sono effettivamente realizzati»

di FABIO PAPARELLA

 

LADISPOLI – Da diversi giorni a Ladispoli si fa un gran parlare dell’arrivo della Madonna Pellegrina di Fatima, ma ancora non avevamo sentito il sacerdote che, già dallo scorso settembre, si è interessato presso il Santuario della Madonna di Fatima affinché tale visita avvenisse. Don Giuseppe Colaci è il parroco della Parrocchia Sacro Cuore di Gesù di Ladispoli, dove la statua sarà accolta e resterà per una settimana (da domenica 10 aprile a domenica 17).

«Prima di parlare del programma – dice Don Giuseppe – rispondo subito ad una domanda che mi è stata rivolta da diverse persone e anche dal sindaco, cioè se (la statua n.d.R.) sia quella originale. A chi me l’ha chiesto ho risposto: ma in che senso quella originale? quella originale sta in cielo! Ciò che posso dire è che la statua proviene dal Santuario Mariano di Fatima. E’ arrivata il 2 aprile a Fiumicino dal Portogallo per un itinerario nazionale, è stata presa dalla diocesi di Sabina Poggio Mirteto perché rimarrà a Tor Lupara fino a domenica. Poi verrà qui per una settimana e ripartirà per altre città italiane.

Qual è il messaggio che i fedeli dovrebbero far proprio da questo incontro?

Il messaggio di Fatima è estremamente chiaro. Al di là del segreto, che poi fu rivelato a Giovanni Paolo II, la Madonna appare per la prima volta il 13 maggio del 1917 a questi bambini, chiedendo loro di ritornare in quella valle, la Cova di Iria, per sei mesi. Lì rivela che se l’umanità non si convertirà e continuerà a ribellarsi a Dio, il Signore ha previsto grandi flagelli, così preannunciando la seconda guerra mondiale. Tutte cose che poi si sono effettivamente realizzate.

Citando un articolo del Fatto Quotidiano dal titolo provocatorio: e se fosse proprio Bergoglio il papa del III segreto di Fatima?

«Mha, sono ipotesi. La differenza è che mentre gli altri messaggi sono chiari, quest’immagine può essere interpretata. Quando Giovanni Paolo II il 13 maggio 1981 scampò a quell’attentato ritenne che si attuasse in quell’esperienza il terzo segreto di Fatima».

E crede possibile, come si dice in queste ore, una visita di Papa Francesco per visitare la madonna di Fatima a Ladispoli?

«Già mi è stata rivolta la stessa domanda da un suo collega prima di Pasqua. Io gli ho risposto:»no, non c’è nulla di attendibile, Buona Pasqua». E’ chiaro che, ufficialmente, non c’è nulla perché una visita ufficiale del Papa va preannunciata e organizzata.

Privatamente, però, il Papa può fare quello che vuole, può prendere la macchina e venire. Così come a Greccio quei 70 giovani sono rimasti di stucco a vedersi arrivare il Papa. Nessuno era stato messo al corrente di questa sua iniziativa. Quindi io smentisco che ci sia una visita ufficiale del Papa, che poi il Papa voglia venire…bontà sua…ne saremmo felici».

ULTIME NEWS