Pubblicato il

Rivive la tradizione dei butteri maremmani

Rivive la tradizione dei butteri maremmani

Prende il via domani la 48esima edizione della Festa della Merca. Anche quest’anno la manifestazione organizzata dall’Università Agraria di Tarquinia è abbinata con la mostra nazionale del bovino maremmano. Due giorni tra spettacoli equestri e marchiatura del bestiame. Spazio dedicato anche ai bambini

TARQUINIA – Prende il via domani e proseguirà domenica alla Roccaccia la Festa della Merca, giunta alla sua 48esima edizione. L’evento simbolo dell’Università Agraria di Tarquinia, quello che più di ogni altro racchiude il fascino della Maremma e dei butteri, anche quest’anno è in abbinata con la Mostra Nazionale del Bovino Maremmano, giunta alla XX edizione. Il programma degli eventi è denso e ricco di proposte per tutti e non soltanto per gli appassionati del settore, legate alla tradizione, alla cultura e alla storia del mondo maremmano.

Si parte domani con l’inaugurazione della Festa alle 10 che vedrà anche l’apertura del Campionato di morfologia del cavallo maremmano e della rassegna nazionale del cavallo tolfetano.

A seguire il convegno ‘‘Maremma tra tradizione e futuro’’, un momento di confronto tra addetti ai lavori e visitatori, all’interno del villaggio espositivo.

Durante tutta la giornata si svolgeranno le gare Fitretec per chiudere con lo spettacolo equestre dei gruppi della Maremma.

Ricca di eventi anche la giornata di domenica, la festa riapre i battenti con la dimostrazione soft della marchiatura del bestiame in forma non cruenta.

Alle 10, per la prima volta alla Roccaccia, si potrà assistere alla gara di Mascalcia ‘‘Tra incudine e martello’’ , lo spettacolare “Cross country” avrà inizio alle 10,30.

La mattinata proseguirà a ritmo serrato con un appuntamento dietro l’altro, a partire dalla novità delle Rassegne cinofile dedicate al pastore e al segugio maremmano, ma non mancherà neanche la consueta mostra cinofila amatoriale che ogni anno richiama tanti piccoli proprietari di cani (a partire dalle ore 11,30) alle 12 le premiazioni della Mostra Nazionale del Bovino Maremmano, della cinofilia, dell’Anam e l’appuntamento con la consegna da parte dell’Ente delle Coltrine d’oro. Nel pomeriggio, torna alla Roccaccia lo spettacolo equestre e a partire dalle ore 16, si svolgerà la dimostrazione della cattura del vitello con le migliori squadre della Maremma e la consegna del Trofeo dedicato alla memoria di Marino Mancini.

Ad arricchire ulteriormente la manifestazione, le tante iniziative dedicate ai bambini curate dall’associazione Contatto Natura, un grande stand gastronomico e il villaggio espositivo con i prodotti della Maremma.

A fare il resto sarà la suggestiva cornice della Roccaccia, la grande tenuta agricola gestita dall’Università Agraria di Tarquinia che durante questa due giorni rivivrà una tradizione ed una passione, unica nel suo genere.

ULTIME NEWS