Pubblicato il

Il Pd pronto a voltare pagina

Il Pd pronto a voltare pagina

Rinviato in extremis su richiesta di Pietro Tidei, all’estero, il direttivo del partito. Il documento presentato in direzione dal segretario Enrico Leopardo, che ieri ha accettato di posticipare la discussione, riapre al dialogo con Sel: "La caduta della giunta di centrosinistra fu una operazione politica legittima, ma sbagliatissima"

CIVITAVECCHIA – Rinviato, a poco più di mezz’ora dall’orario fissato (si sarebbe dovuto tenere oggi alle 18) il direttivo del Pd convocato per affrontare e cercare di chiudere la ferita mai rimarginata, nei rapporti a sinistra, del ruolo di Sel nella caduta della giunta Tidei, a fine 2013.

Durante la seduta si sarebbe dovuto discutere un documento proposto dal segretario Enrico Leopardo, e redatto con il contributo di altri esponenti del partito, che in sostanza – in seguito alle recenti dichiarazioni di Gianni Moscherini, che ha riacceso i riflettori sui giorni della caduta di Tidei – offre una lettura tutta politica di quanto accaduto, nel tentativo di voltare pagina e riprendere un dialogo tra le due principali forze del centrosinistra cittadino, che all’epoca esprimevano rispettivamente sindaco e vice-sindaco.

Proprio Enrico Luciani, secondo quanto viene affermato nel documento, ricevette mandato dal suo partito, Sel, di trattare con la destra, allora rappresentata da Moscherini, in quanto capo dell’opposizione, la sfiducia ad una amministrazione di centrosinistra. Le dichiarazioni dell’altro giorno del direttivo di Sel, secondo il documento che dovrà essere discusso dalla direzione del Pd, sono una assunzione di responsabilità che di fatto riconduce nel legittimo alveo della politica quanto accadde. Singolare ma altrettanto legittimo viene definito il ruolo di Pasqualino Monti, all’epoca indicato dal centrodestra come Presidente dell’Autorità Portuale, che appare essere stato una sorta di mediatore tra il capo della minoranza di centrodestra, ed il vice-sindaco di centrosinistra.

Il documento del Pd ribadisce come quella operazione sia stato un grave errore politico che ha dato forza alle forze dell’antipolitica, poartando poi alla vittoria del Movimento 5 Stelle ed alla situazione politico-amministrativa odierna.

Il tentativo del Partito Democratico è dunque quello di voltare pagine e riannodare un dialogo con Sel tranciato bruscamente a novembre del 2013.

Dal caldo africano in cui è immerso da qualche giorno, Pietro Tidei ha però chiesto e ottenuto dal segretario Leopardo (i cui toni ed argomenti fino a ieri erano molto diversi da quelli del documento da lui stesso sottoposto alla direzione) di rinviare la discussione fino al suo rientro, quindi presumibilmente fino a venerdì.

ULTIME NEWS