Pubblicato il

Avviato il primo step di [email protected]

Avviato il primo step di Raee@scuola

Anche a Cerveteri approda l’iniziativa nazionale per l’educazione ambientale. Pascucci: «Anche se la città è nostra non possiamo farne ciò che vogliamo»

di GIULIANA OLZAI

 

CERVETERI – Nell’aula del Granarone stracolma di oltre 150 alunne e alunni degli istituti scolastici ‘’Giovanni Cena’’, ‘’Salvo D’Acquisto’’ e ‘’Don Milani’’, attenti, composti e istruiti dalle insegnanti a prendere appunti, si è svolta in un clima festoso e allo stesso tempo interessato la conferenza stampa, primo step previsto dal progetto [email protected], quest’anno arrivato alla quarta edizione. Si tratta di un’iniziativa nazionale di educazione ambientale rivolta ai bambini delle scuole primarie (classi IV e V) e delle scuole secondarie di primo grado in una operazione di sensibilizzazione sul territorio sul tema dei Raee (Rifiuti Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche) e anche di attivazione vera e propria invitando i ragazzini per la raccolta dei piccoli raee presso gli istituti scolastici. La partecipazione di Cerveteri a questo progetto è stata voluta fortemente dal precedente assessore all’Ambiente Mundula, attualmente delegato ai Trasporti che ieri mattina con la sua presenza ha voluto dimostrare quanto ci tenesse e ha passato il testimone ad Elena Cubetti, la nuova assessora all’Ambiente.

«C’è stata una autocandidatura del Comun – dice Mundula – anche perché è un momento molto importante in virtù di un passaggio che è avvenuto in questo periodo di cambio di società di gestione per la raccolta dei rifiuti e quindi la volontà per il Comune di partire bene sensibilizzando la cittadinanza con un nuovo corso di gestione dei rifiuti, più attento e puntuale».

Il progetto Raee coinvolge 851 alunni, 40 classi e tre istituti comprensivi, tra questi ci sono 6 scuole primarie e tre scuole secondarie di primo grado, superando ampiamente il minimo previsto per partecipare al progetto, che richiedeva il 60% di scuole aderenti.

Il sindaco Alessio Pascucci in sostanza chiede aiuto ai bambini. Con un discorso coinvolgente, nell’esaltare le caratteristiche del nostro territorio citando zone di pregio come le “Cascatelle” e “Torre Flavia, si intrattiene nel privilegio di vivere in tanta bellezza e dopo aver sottolineato fonti inquinanti come le discariche e gli inceneritori, chiama i bambini e le bambine presenti, che giudica più attenti degli stessi genitori, ad un senso di responsabilità.

«Non è detto che se la città è nostra possiamo farne ciò che vogliamo. Abbiamo il dovere di conservarla al meglio per lasciarla ai nostri fratelli minori». E aggiunge «per farlo, dobbiamo recuperare la cultura dei nostri nonni che non buttavano niente al contrario di noi che siamo abituati a buttare tutto. Negli imballaggi dei prodotti che consumiamo ci sono materiali ai quali col riciclo possiamo ridare vita producendo ricchezza anziché rifiuti». Elena Canna dell’Ancitel, referente progetto [email protected], ha dichiarato che «con questa campagna informativa sensibilizziamo i bambini ovviamente per arrivare alle famiglie ed effettivamente i dati di questo progetto ci hanno dato conferma dell’esito positivo di questa iniziativa». «È necessario – prosegue – incrementare la raccolta e il riciclo anche perché ognuno di noi produce in media 14,7 chili di raee e di questi soltanto 4 chili vengono conferiti correttamente e tutto il resto disperso nell’ambiente, cosa grave perché contengono innanzitutto materiale importante e prezioso che si può riciclare, circa il 98%, e poi possono contenere sostanze pericolose che se non conferite correttamente possono creare dei danni all’ambiente». La manifestazione si è conclusa con divertenti video informativi, animati dal comico Baz, che hanno dato ai bambini tantissime indicazioni su come differenziare in maniera corretta i rifiuti per avviarli al riciclo, ed in particolar modo su come gestire adeguatamente i raee. Presenti anche le dirigenze scolastiche tra le quali la preside Francesca Borzillo dell’istituto comprensivo G. Cena che non ha nascosto il proprio entusiasmo e si è dichiarata attenta affinché nella sua scuola tutto proceda al meglio.

ULTIME NEWS