Pubblicato il

Festa della Merca, successo per la prima gara di mascalcia

Festa della Merca, successo per la prima gara di mascalcia

TARQUINIA – Grande successo, inaspettato ma tanto sperato, per la prima gara di mascalcia “Fra l’incudine e il martello” svoltasi in occasione della Festa della Merca di Tarquinia che ha avuto luogo il 9 e 10 aprile. La gara è entrata di diritto nelle numerose manifestazioni che rendono nota la Merca, organizzata ogni anno dall’Università Agraria di Tarquinia. Giunta alla sua 48esima edizione, la festa ha ospitato un programma ricco di eventi all’insegna della biodiversità e della tradizione maremmana, radunando tanti amanti della natura e degli animali e quest’anno ha aperto le porte anche all’antica arte della ferratura dei cavalli.

Questa novità è stata fortemente voluta da Claudio Bonini, consigliere dell’Università Agraria nonché famoso maniscalco tarquiniese, e dalla sua assistente Ilenia Muscianese, rarità femminile nel mondo dei maniscalchi. L’evento ha avuto il completo appoggio dell’Università Agraria che h messo a disposizione un’intera area riservata allo svolgimento della competizione, con annesso un chiosco privato allestito dall’enoteca Il Cantinone di Tarquinia e lo stand di uno degli sponsor, Di Benedetto.

Domenica 10, si è assistito ad un raduno di maniscalchi provenienti da tutta Italia pronti per questa nuovissima iniziativa. Dopo una fugace colazione offerta dagli organizzatori, piena di tensione ed emozione da parte dei partecipanti, alle 10,20 si è dato il via ai martelli. L’aria si è subito riempita del risuonare di tintinnii metallici. La gara è stata strutturata in due manches, nella prima si sono misurati i professionisti della categoria “maniscalchi già forgiati”, e nella seconda categoria degli allievi “maniscalchi ai ferri corti”. I partecipanti di entrambe le manches hanno avuto 100 minuti a disposizione per forgiare due ferri da campagna seguendo gli esempi forgiati per l’occasione dal M.llo Lgt. Prisco Martucci della scuola di Mascalcia di Grosseto (CeMiVet) nonché giudice della gara, aiutato dal figlio Luigi Martucci per il conteggio delle votazioni.

Il lavoro dei partecipanti è stato valutato dal giudice in maniera del tutto imparziale, ai ferri infatti non è stato associato nessun nome bensì un numero. Nel pomeriggio le premiazioni per la miglior soluzione per la forgiatura hanno visto vincitori Santino Ciancaleoni di Monteromano al primo posto, secondo e terzo posto rispettivamente i due giovani maniscalchi Nazar Dzenzel e Raimondo Calcagno. Per la categoria allievi invece primo posto per Maurizio Bonelli e secondo per il sedicenne Carmine Acquaviva, un singolare e meritato terzo posto è stato assegnato a Barbara De Vito, riconoscimento come aiutante maniscalco donna, ed hanno ricevuto in premio attrezzatura per la ferratura offerta dagli sponsor Bassoli, Fusetti e Mondial.

Per il presidente Alberto Blasi “Un evento apprezzato da tutti grazie anche alla professionalità dei partecipanti che hanno saputo attirare l’attenzione di molti visitatori della Merca suscitando l’interesse per questa arte”. Blasi, orgoglioso e soddisfatto, dà per certo lo sviluppo futuro di questa gara con l’ambizione di crescita della stessa. “Un ringraziamento particolare da tutta l’amministrazione va a Claudio Bonini ed Ilenia Muscianese – conclude Blasi – per l’impegno e la professionalità nell’organizzazione”.

ULTIME NEWS