Pubblicato il

Controlli ambientali al Cetli Nbc: Cgil Fp all'attacco

Controlli ambientali al Cetli Nbc: Cgil Fp all'attacco

CIVITAVECCHIA – “Auspichiamo che il Ministero della Difesa colga la sfida per la riorganizzazione del processo produttivo di demilitarizzazione, aprendosi ad un confronto rispettoso della popolazione, delle istituzioni e delle rappresentanze sociali e sindacali di questo territorio”. Su questo punta la Cgil Fp che, tramite il segretario Diego Nunzi ed il coordinatore regionale Difesa Mauro Gentili, torna sulle dichiarazioni rese dal colonnello Massaro nel corso dell’ultimo consiglio comunale aperto sulla realizzazione di un ossidatore termico all’interno della struttura di Aurelia. 

“Presso il Centro tecnico esistono dei dati, tra l’altro visionabili da tutti i lavoratori comprese le Organizzazioni Sindacali. Quello che è stato fatto può essere visionato”. Quanto detto in merito alle analisi ambientali è lo spunto, per la Cgil Fp, per precisare proprio che “a seguito delle reiterate richieste effettuate al fine di conoscere se e quali controlli venissero effettuati, il 12 aprile 2010 – ricordano dal sindacato – con lettera inviata alla nostra organizzazione a firma dell’allora direttore del Cetli, lo stesso Colonnello presente in Consiglio Comunale, prendemmo atto per la prima volta che: “… sono stati definiti protocolli per il monitoraggio dei volumi e del contenuto di arsenico delle acque piovane che vengono raccolte nelle vasche di accumulo delle piattaforme di stoccaggio dei monoliti di cemento”. Nella stessa nota – ricordano ancora Nunzi e Gentili – il Direttore precisava inoltre che “i controlli sopradescritti sono stati resi disponibili a tutti i soggetti interessati”. Quattro giorni dopo, il 16 aprile, con una lettera acquisita al protocollo del Cetli n° 1/45/5.4  chiedemmo copia dei protocolli e dei risultati dei controlli vecchi e nuovi relativi ai protocolli messi in atto. Il tempo trascorso e la carriera hanno evidentemente tolto la memoria al nostro rappresentante del Ministero della Difesa visto che ignorò la richiesta e a distanza di sei anni siamo ancora in attesa”.

Secondo la Cgil Fp, quindi, “quanto riportato dal Colonnello in consiglio comunale non corrisponde a verità, così come non corrisponde a verità – hanno aggiunto – che dal 1978, anno di inizio delle attività di demilitarizzazione, siano stati effettuati controlli sul rilascio di sostanze potenzialmente inquinanti dai monoliti di cemento. Infatti da un verbale di riunione tra la rsu e la direzione del luglio 2000, risulta che l’allora direttore, su richiesta della rsu, dopo circa 13 anni dall’inizio delle attività di demilitarizzazione, dichiarava: “non sono stati avviati controlli sulle acque meteoriche raccolte sotto le piattaforme di stoccaggio, né completati gli studi sul possibile rilascio di sostanze inquinanti dai monoliti di cemento”.

ULTIME NEWS