Pubblicato il

Esplode la mania dopo la serata al Claudio

Esplode la mania dopo la serata al Claudio

L’evento è nato da una collaborazione tra i giovani di Generatio 90 e il Comune

TOLFA – A Tolfa e dintorni da sabato è esplosa una vera e propria Wild in Prosa-mania dopo l’entusiasmante serata al Claudio che si è svolta sabato sera grazie alla perfetta organizzazione dei giovani di Generatio 90. Anche per questa V edizione il Wild in Prosa ha riscosso molto successo e ha visto la partecipazione di tanti bravissimi artisti di tutto il conprensorio. Questo gradito evento nasce grazie agli attivissimi soci di Generatio 90 in collaborazione col consigliere comunale Antonio Stefanini e col Comune di Tolfa e si avvale del contributo della Fondazione Cariciv e del patrocinio dal Consiglio di Presidenza della Regione Lazio. Sotto la direzione di Laura e Francesco Angeloni si sono esibiti in una gara senza esclusioni di colpi il mondo ‘’Popolare’’ contro quello ‘’Urbano’’ dando vita a una serata magnifica che ha divertito e lasciato sbalordito il pubblico presente. Gli interventi e le performance artistiche sono state variegate e di altissimo profilo; eccellenti le esibizioni del corpo di ballo della scuola ‘’Talent Art Factory’’ di Laura Farina e Nicole Fraticelli che hanno dato azione anche ad alcune poesie declamate. Molto bello e apprezzato il contrasto dell’esibizione del rapper romano Blackrob e della cantante Zeudi Paparcurio accompagnata dalla fisarmonica suonata dal nonno Renzo Testa. Da cornice alla poesie declamate e cantate dai circoli poetici Bartolomeo Battilocchio e APA hanno fatto le melodie tribali ed elettroniche suonate dal vivo da Daniele Morra, Alessandro Testa e dj Apache. Nando Di Valentino e Vincenzo Spanò i capitani che hanno coordinato di oltre 40 artisti messi alla prova e giudicati da una giuria professionale competente e puntigliosa composta dalla giovane cantante tolfetana protagonista di The Voice 2016 Alice Paba, dal rapper romano italo-argentino Faida e dall’artista di fama internazionale Eugenia Serafini. Molto apprezzata dal pubblico è stata la conduzione simpatica e professionale dall’attore civitavecchiese Andrea Guerini che ha dato allo spettacolo quel quid in più. «Sono molto soddisfatto di questa manifestazione – sottolinea Antonio Stefanini membro del direttivo di Generatio 90 e consigliere comunale – perché quest’anno affidando la direzione artistica a Laura e Francesco Angeloni abbiamo voluto stravolgere la solita chermes teatrale rimodulando così l’evento in una gara, lasciando però intatto l’aspetto culturale e sociale. Abbiamo infatti raccontato la bellezza della Tradizione, del passato con l’Innovazione ed il futuro, sottolineando al tempo stesso il legame apparentemente sottile che li unisce, facendo incontrare la poesia, il ballo ed il canto nella sua completa evoluzione. D’altro canto oltre a promuovere, l’arte, il ballo e la poesia, abbiamo fatto sociale perché si sono uniti sinergicamente artisti ed associazioni di tutto il comprensorio (gratuitamente), con le loro performance per un nobile e concreto contributo a favore dell’Adamo. Possiamo affermare che questo esperimento è riuscito al meglio e sicuramente lo riproporremo». Soddisfatto il presidente di Generatio 90, Giordano Carminelli: «Tutto è stato reso possibile grazie al lavoro di tutti i membri di Generatio 90 e delle persone che collaborano con noi. Ringraziamo l’amministrazione comunale nella persona del sindaco Luigi Landi sempre al nostro fianco e un grazie col cuore va a tutti gli artisti e tutte le associazioni che hanno partecipato e reso possibile questa iniziativa».

Rom. Mos.

ULTIME NEWS