Pubblicato il

Cara, divergenze nel Movimento

Cara, divergenze nel Movimento

Il sindaco Antonio Cozzolino conferma le differenze di vedute in maggioranza sulla realizzazione del centro alla ex caserma De Carolis. Il cronoprogramma prevedeva l’avvio dei lavori entro l’estate. Il primo cittadino: "Abbiamo riaperto il dialogo con la Prefettura chiedendo ulteriori garanzie"

CIVITAVECCHIA – La questione della realizzazione del Cara alla ex caserma De Carolis rappresenta una vera e propria ‘‘patata bollente’’ per questa amministrazione, decisa inizialmente a percorrere una strada ed oggi visibilmente in difficoltà, tra le richieste della Prefettura e quelle dei cittadini. «Inutile negarlo: nel nostro Movimento ci sono delle divergenze sulla vicenda» ha infatti ammesso ieri il sindaco Antonio Cozzolino, intervistato su Mecenate Tv. All’indomani del consiglio comunale sospeso dal presidente Alessandra Riccetti, i problemi e le divergenze sono venute al pettine. La lettera della Prefettura con l’aut aut sulla realizzazione della struttura, pronta ad allestire una tendopoli, non ha fatto altro che accentuare le differenze di vedute. «Abbiamo avuto una serie di confronti interni – ha spiegato il primo cittadino – e si è deciso di riportare la questione all’attenzione della Prefettura, con la richiesta di avere le giuste garanzie sul numero dei migranti e su quello delle forze dell’ordine impiegate sul territorio. Abbiamo elaborato la linea anche con i rappresentanti del nazionale, prima di riavviare il dialogo con la Prefettura». L’obiettivo, lo ha ribadito Cozzolino, è garantire la tutela degli interessi dei cittadini oltre che degli ospiti, «perché tutelare i migranti significa avitare di portare i pronlemi fuori, soprattutto in una città – ha aggiunto – che di problemi ne ha già tanti». Possibili passi indietro? Difficile dirlo, ma certo la compattezza attorno all’argomento manca. Ed i tempi stringono. Le esigenze degli enti superiori sono diverse ed impellenti. Il cronoprogramma indicato a settembre indicava tra la fine della primavera e l’inizio dell’estate l’avvio dei lavori alla De Carolis, con il centro pronto per la fine dell’anno.

ULTIME NEWS