Pubblicato il

Lanucara: ''Ecco chi ha firmato il documento''

Lanucara: ''Ecco chi ha firmato il documento''

Il Comitato Montebello e l’impegno dei candidati contro gli abusivismi

BRACCIANO – Poco più di un mese fa il Comitato Villaggio Montebello aveva sottoposto ai 6 candidati sindaco di Bracciano un impegno concreto pronunciandosi su un cronoprogramma per risolvere l’annosa questione degli abusi nel quartiere. E’ giunta in queste ore una relazione prodotta da Amedeo Lanucara (Presidente del Comitato Villaggio Montebello). «Il primo a risponderci – scrive Lanucara – è stato Romolo Mangoni (Fratelli d’Italia). Egli s’è dichiarato “colpito (dalle) ripetute e gravi violazioni” e ha accettato in larga parte il crono-programma, pur chiedendo tempi realizzativi maggiori»

«Luca Testini (lista civica) – prosegue Lanucara – ci ha cortesemente rifiutato la firma».

«Per noi l’amara delusione è Marco Tellaroli (lista 5S) – commenta Lanucara – L’8-4-2016 abbiamo incontrato il Tellaroli col suo Staff, per narrare la nostra dolorosa e documentata storia. Al termine egli ci firma una carta, affermando che le nostre istanze “verranno elaborate (…) per redigere un programma insieme ai Cittadini”. Lo si riteneva un impegno. Ma poi… Quando scoppia l’affair “ruspe agli studios”, non ci consulta; e rilascia due dichiarazioni bizzarre e antitetiche, da cui esce male. In seguito pubblica il suo programma, ove ci “dimentica”».

«Il 19 maggio – spiega Lanucara – abbiamo incontrato Armando Tondinelli (due liste civiche) col suo candidato-consigliere Remigio Marini. Nella riunione abbiamo illustrato il nostro crono-programma, che Tondinelli ha detto di condividere, tranne che per la tempistica».

«Il 20 maggio ecco Donato Mauro (4 liste civiche a sostegno) – afferma Lanucara – col suo “sponsor non-candidato” Fausto Di Benedetto, un esperto Dc all’epoca di Braccianopoli. Mauro è Homo novus, senza responsabilità pregresse; e tuttavia s’è rifiutato di firmarci impegni». «Eccoci infine a Claudio Gentili (a sostegno una lista civica ed una del Pd) con la sua candidata-consigliere Enrica Bonaccioli- conclude Lanucara – Egli ci ha firmato un memorandum, di cui alla e-mail 30 aprile, ove s’accettano al 90% le nostre rivendicazioni».

ULTIME NEWS