Pubblicato il

Incidente probatorio per Monti

Incidente probatorio per Monti

Il commissario dell’Authority si troverà il 1° luglio davanti al pm e al giudice nell’ambito dell’inchiesta che ha visto indagati Moscherini e De Francesco. Un modo per cristallizzare le prove prima dell’udienza preliminare. Il gip non ha accolto la richiesta di confronto con l'ex sindaco 

CIVITAVECCHIA – Pasqualino Monti sarà chiamato davanti al giudice Massimo Marasca e al pubblico ministero Lorenzo del Giudice per rispondere nuovamente in merito all’inchiesta che ha visto indagati l’ex sindaco Giovanni Moscherini ed il suo assessore al Commercio Enzo De Francesco. Tentata estorsione e minacce finalizzate a far commettere un reato ad altre persone: questi i reati contestati. Ma il sostituto procuratore Del Giudice ha voluto compiere un passo in più, chiamando ad intervenire nuovamente il commissario straordinario dell’Autorità Portuale; e lo farà nell’incidente probatorio fissato per il primo luglio prossimo. In realtà il magistrato aveva avanzato richiesta di confronto tra lo stesso Monti ed i due indagati, ma non è stata accolta dal giudice Marasca, che ha optato soltanto per l’incidente probatorio. Un modo per ‘‘cristallizzare’’ di fatto le dichiarazioni che renderà il commissario straordinario per l’assunzione anticipata dei mezzi di prova nelle fasi precedenti l’udienza preliminare e l’eventuale dibattimento. 
L’indagine della Procura che portò, a marzo all’arresto ai domiciliari di Moscherini e De Francesco si avvalse anche delle dichiarazioni di Monti, e di riferimenti a frasi rivolte ai vertici dell’Authority come ‘‘tu ci passerai dei guai’’ o ‘‘Moscherini mi intimò di intervenire direttamente a favore della cava’’.

ULTIME NEWS