Pubblicato il

Agenti della Polstrada presi a testate

Agenti della Polstrada presi a testate

Parapiglia nei pressi del Gay Village a Roma: presi di mira due poliziotti di Cerveteri. Dieci giorni per le vittime. Arrestato l’aggressore anche lui finito in ospedale

Durante l’attività di controllo e prevenzione dell’uso di alcol e sostanze stupefacenti da parte di chi guida veicoli nei luoghi caldi della movida romana, nei pressi del Gay Village, impegnato nell’apertura stagionale, una brutta quanto anomala avventura è capitata al comandante della sottosezione della Polstrada di Cerveteri-Ladispoli Claudio Paolini in servizio con il collega assistente capo Fabrizio Capotosto.

All’improvviso si presenta un giovane in escandescenza con comportamenti chiaramente autolesivi che si scaglia fendendo testate contro di loro e tutto quello che gli stava intorno. Stava a piedi e il suo comportamento si è alterato alla vista della macchina della polizia. Il giovane ha vibrato diverse testate tra cui una all’ambulanza dove il personale medico era impegnato a prestare cure a due ragazze colte da malore e che hanno tentato senza successo di calmarlo. Nel corso della colluttazione, scaturita dal tentativo di allontanarlo dall’ambulanza che era ormai oggetto della sua rabbia con calci e pugni, ha sferrato una testata sul naso all’agente Capotosti e nell’attimo in cui è stato ammanettato, parte un’altra testata verso il comandante Paolini che era già stato colpito ad una gamba.

Prognosi di dieci giorni ciascuno per i due agenti della polstrada, arrestato e piantonato all’ospedale S. Eugenio il giovane che dovrà rispondere di aggressione e resistenza a pubblico ufficiale. Non è stato trovato in possesso di alcuna sostanza stupefacente anche se saranno le analisi a dire se ne aveva fatto eventualmente uso precedentemente al fatto. (To.Mo.)

ULTIME NEWS