Pubblicato il

Ladispoli. La giunta Paliotta: ''Entro il 2016 il primo teatro cinema Auditorium''

Ladispoli. La giunta Paliotta: ''Entro il 2016 il primo teatro cinema Auditorium''

L’amministrazione comunale replica al Movimento cinque stelle sugli spazi culturali. «È il risultato della buona politica e della programmazione»

LADISPOLI – «Le amministrazioni comunali che si sono succedute negli ultimi anni a Ladispoli hanno investito nelle strutture per la Cultura e per l’aggregazione sociale come mai accaduto prima e come pochi altri Comuni nel Lazio», così interviene l’amministrazione comunale di Ladispoli in merito agli spazi dati ai progetti per la cultura.

«L’intervento principale – spiega l’amministrazione – ha riguardato la struttura dell’ex Consorzio Agrario, acquistato 15 anni fa.

È stato approvato allora un programma pluriennale di interventi che, inizialmente con l’aiuto della Regione, si è sviluppato in più lotti di lavori.

Per il quarto lotto, che prevede il completamento della sala e degli impianti tecnologici, è venuto mancare il finanziamento Regionale previsto e il Comune si è trovato nella impossibilità di chiedere un mutuo».

«Si è ricorso così – continua l0’amministrazione comunale – al project financing, attraverso il quale si otterrà, senza oneri per la collettività, un cinema-teatro con due sale, una di 300 e una di 100 posti: la parte privata gestirà il cinema con l’obbligo di lasciare spazi alla prosa, ai concerti e alla danza.

Alle associazioni di Ladispoli saranno riservati spazi gratuiti durante tutto l’anno».

«È stato inoltre già finanziato – continua l’amministrazione comunale – il quinto lotto per la realizzazione delle urbanizzazioni esterne (illuminazione, parcheggi, rete fognaria) e a questo scopo sono stati già effettuati i saggi preventivi sotto il controllo della Soprintendenza.

Come si vede c’è stato in questi anni un grande impegno che ha dato a Ladispoli luoghi per la cultura, l’aggregazione e la socialità. Entro il 2016 Ladispoli avrà anche il suo primo teatro-cinema Auditorium, un traguardo impensabile fino a qualche anno fa, sarà un punto di riferimento culturale per tutto il comprensorio: è il risultato della ‘buona politica e della capacità di programmare.».

«Agli esponenti dei 5 Stelle, sempre pronti a fare i professorini e a mettere i voti – conclude l’amministrazione – ricordiamo che è finito il tempo nel quale potevano raccontare che con loro al Comune tutto si risolve. Da Livorno a Parma fino a Quarto, dove governano ormai da anni, i problemi non li hanno risolti, li hanno aggravati».

ULTIME NEWS