Pubblicato il

Si ribalta a Piancastagnaio autobus con 50 piccoli calciatori di Cerveteri

Si ribalta a Piancastagnaio autobus con 50 piccoli calciatori di Cerveteri

Due dei bambini, tra i 10 e i 12 anni, sono stati trasportati in eliambulanza all'ospedale pediatrico Meyer di Firenze, ma non sono in pericolo di vita. Due mamme ricoverate a Siena, altri feriti lievi medicati ad Abbadia San Salvatore, dove la squadra era stata in ritiro 3 giorni. Ancora ignote le cause dell'incidente. Il sindaco Pascucci si è recato in Toscana con il comandante dei vigili Scarpellini: "Sono tutti salvi per miracolo"

CERVETERI – Un pullman con a bordo circa 50 piccoli calciatori di Cerveteri tra i 10 e i 12 anni si è ribaltato nei pressi di Piancastagnaio, a Casa del Corto, lungo la strada provinciale del Monte Amiata.

Per cause in corso di accertamento, l’autobus ha finito la sua corsa in un fossetto laterale della carreggiata.

Secondo quanto riportato dai vigili del fuoco e dal 118, l’allarme è scattato subito. Sono nove, tra bambini e genitori, le persone portate in ospedale in seguito all”incidente. Oltre a due ragazzini trasferiti con l”elisoccorso al pediatrico Meyer, che non sono comunque in pericolo di vita, e a due mamme portate all”ospedale di Siena, i medici del 118 hanno inviato al pronto soccorso dell”ospedale di Abbadia San Salvatore una donna e 4 ragazzini per medicazioni di contusioni e ferite, “comunque riscontrate lievi”.

L”Asl spiega anche che “l”ospedale di Abbadia diventa il punto di raccolta di tutti, in modo che i genitori non presenti possano raggiungere i propri figli”. Sul posto sono intervenute le ambulanze con medico a bordo del sistema 118 senese (di Abbadia e Sarteano) e grossetano (Castel del Piano) e due elicotteri Pegaso. Il pullman, del tipo gran turismo si trova coricato su un fianco in un campo a circa 100 metri dalla sede stradale.

Nel pullman, affittato dal Cerveteri Calcio, che con i Pulcini 2005 aveva partecipato, vincendolo al VII Torneo Monte Amiata Football che si è giocato nel fine settimana ad Abbadia San Salvatore, viaggiavano circa 60 persone, per metà adulti e per l’altra metà baby-calciatori. Numerosi passeggeri dell’autobus sono  stati condotti all’ospedale di Abbadia San Salvatore per accertamenti, in via precauzionale.

Il sindaco di Cerveteri Alessio Pascucci è partito in serata con il comandante della Polizia Locale Marco Scarpellini per Piancastagnaio. Il sindaco della località toscana ha rassicurato il collega cerite che i ragazzi statto tutti bene. Degli scuolabus di Cerveteri si stanno muovendo verso Piancastagnaio per riportare a casa i ragazzi.

“Il sindaco di Piancastagnaio (che ringrazio di cuore per la disponibilità) mi ha confermato che stanno tutti bene – ha scritto Pascucci – Si trovano all’ospedale di Abbadia San Salvatore dove mi sto recando con il Comandante della Polizia Locale Marco Scarpellini. Appena sarò sul posto vi darò altre notizie. Ringrazio anche l’azienda degli scuolabus di Cerveteri e gli autisti che si sono subito messi in viaggio su nostra richiesta per recuperare i bambini. Continuerò a tenervi informati”.

Alle 22: “Vedendo il pullman – dice ancora Pascucci – ho capito che davvero oggi è successo un miracolo. Qui all’ospedale di Abbadia San Salvatore i nostri bambini sono spaventati e hanno subito molti traumi. Nessuno è in pericolo. Neanche quelli portati negli ospedali più lontani. Un miracolo. Davvero. Il sindaco di Piancastagnaio, il vicesindaco di Abbadia, le forze dell’ordine, i volontari, i medici. Tutti, tutti hanno dato un contributo importantissimo per i nostri ragazzi. Grazie. Grazie davvero di cuore”.

Alle 23,30: “La maggior parte dei ragazzi e dei genitori sono stati già dimessi – riferisce il sindaco Pascucci –  Gli altri sono in fase di dimissione. Arrivano notizie molto positive anche dagli ospedali dove sono andati i casi che sembravano più gravi: tutto bene. Nessun caso grave. Niente che non si risolverà.  Lo ripeto: un miracolo. I volontari della Confraternita Misericordia di Abbadia San Salvatore hanno allestito un punto con pizza, panini, frutta e acqua per tutti. Un grazie immenso. Un sostegno alle nostre famiglie davvero provate”.

ULTIME NEWS