Pubblicato il

Landi: "Non abbiamo mai smesso di lavorare: riprendiamo da dove abbiamo lasciato"

Landi: "Non abbiamo mai smesso di lavorare: riprendiamo da dove abbiamo lasciato"

Interviste e commenti ai protagonisti di questa tornata elettorale. Dati in tabella di tutti i risultati sezione per sezione, lista per lista e candidato per candidato

di ROMINA MOSCONI

 

TOLFA. I RISULTATI E I COMMENTI DEI 4 CANDIDATI SINDACO

Netta riconferma con una schiacciante vittoria per il sindaco Lugi LandI: lui e la sua lista ‘‘Progetto Tolfa 2021’’ hanno ottenuto 2226 preferenze (nel 2012 Landi con la sua coalizione ne ottenne 2491) con una percentuale del 69,67%. Soddisfatto sindaco Landi: «Sono felicissimo di questa vittoria: è la testimonianza dell’afffetto della mia gente. Ora a maniche rimboccate a lavorare per riprendere da dove abbiamo lasciato e in particolare c’è da sistemare il programma dell’estate tolfetana. Abbiamo anche tanti altri progetti e idee da realizzare quanto prima». Rammaricato Mario Curi della lista ‘‘Tolfa cambia’’ arrivato secondo con 605 voti (20.57%). «In parte immaginavo di perdere, anche se mi aspettavo più voti – spiega Curi – auspico che la nuova amministrazione comunale possa dar vita a progetti per dare occupazione e sviluppo e far crescere Tolfa. Faremo una forte opposizione”. Dopo Curi c’è Mauro Tagliani (Rinnoviamo Tolfa) con 296 preferenze (8.44%) «Prendo atto della nettissima volontà popolare che ha voluto dare la continuità all’operato dell’amministrazione uscente – spiega Tagliani – auguro alla nuova amministrazione di governare proficuamente. Ringrazio i nostri elettori. Ci vedremo in consiglio comunale». Infine, Davide Vannicola (Attivisti Tolfa) con 64 voti (2.28%). «Ci abbiamo provato, ci abbiamo messo la faccia e ci siamo messi in gioco con l’obiettivo di far bene al paese – spiega Vannicola – ringrazio chi ci ha accordato la fiducia e si va avanti sperando che la nuova amministrazione comunale prenda spunto dai nostri discorsi, dalle nostre proposte e dai nostri progetti per migliorare le cose».  

INTERVISTE AD ALTRI PROTAGONISTI DI QUESTA TORNATA ELETTORALE

Tra i candidati consiglieri la più votata è stata Stefania Bentivoglio: reduce dalla passata amministrazione in cui ruicopriva il ruolo di delegata all’Ambiente la Bentivoglio ha fatto man bassa di voti: ben 521: «Sono felicissima di questo risultato – spiega la Bentivoglio – ha vinto la correttezza. Ci sono stati attacchi pesanti ma la gente ha capito quale era la verità e ha premiato la pacatezza e la concretezza». Sempre amato e votato dalla sua gente l’asseessore alla Cultura e Turismo Cristiano Dionisi che anche stavolta ha ottenuto tanti voti: 338. «E’ stata attivata contro di noi una macchina deI fango ma non ci hanno scalfito, la gente ha capito quanto abbiamo fatto e quanto dobbiamo fare ancora. E’ stata una nostra grande vittoria e allo stesso tempo è stata la più grande sconfitta della sinistra degli ultimi 15 anni. Durante i festeggiamenti Landi ha evidenziato: «Eravamo sicuri del risultato perché c’è stata tanta gente che ci è stata vicina, che ci ha testimoniato stima e gratitudine. Io sono sempre stato in mezzo a tutti, ho ascoltato tutti, ho sostenuto tutti, senza rispondere agli attacchi perché è il mio modo di fare politica. Ci sono state delle difficoltà, ma chi ha cercato di specularci sopra non ha capito la stima che io e la mia squadra abbiamo ottenuto negli anni tra la gente. Tra tagli e nuove regole del governo siamo penalizzati, quindi dobbiamo mettere in campo tante idee e avere una buona progettualità per trovare fondi europei e far fronte alle necessità economiche della comunità».

Questa è stata anche la vittoria del vice sindaco uscente Mauro Folli: «E’ stata una campagna dura giocata sugli attacchi ad personam scatenando una caccia all’uomo nei miei confronti ma io non ho mai voluto scendere di livello e rispondere, non ho mai ceduto allo scontro e ho sempre ripetuto che l’onestà, la correttezza, il lavoro e l’impegno con cui ho svolto il mio ruolo mi avrebbero portato risultati. E’ stata quindi una vittoria non solo mia e della squadra, ma per me è una vittoria morale che mi ha dimostrato che la gente mi vuole bene e ha fiducia in me».

Soddisfatto l’ex sindaco ed europarlamentare Alessandro Battilocchio: «Ci aspettavamo di vincere bene, vista l’evidenza dei risultati di questi anni, ma questa è una vera e propria valanga di voti che chiede continuità: la migliore risposta ai toni accesi della campagna elettorale di qualche nostro competitor. Il popolo in democrazia ha sempre ragione ed ha decretato il divario più netto di sempre tra le liste in campo in un’elezione comunale. Ma ora è già il momento per il sindaco Landi e la sua squadra di riprendere subito il percorso con la responsabilità ancora maggiore dovuta a questo voto plebiscitario, migliore attestazione possibile della fiducia della gente. Luigi continuerà ad essere il sindaco di tutti. L’impegno va avanti».

IL NUOVO CONSIGLIO

Pronta quindi, salvo rinunce, la nuova assise cittadina: la lista Landi ha conquistato 8 seggi e quindi tra i banchi della maggioranza siederanno Bentivoglio, Folli, Aloisi, Dionisi, Stefanini, D’Amico, Pagliarini e Lucianatelli. Al momento sono rimasti fuori dal consiglio Perfetti, Virgili, Pala e Bartolomucci, Landi durante un confronto in tv a poche ore dalle elezioni aveva preannunciato il suo voler premiare tutti i componenti della sua squadra e quindi con tutta probabilità riceveranno delle deleghe. Quattro i seggi per la minoranza: 3 per la lista Tolfa cambia: oltre al candidato sindaco Mario Curi ci saranno due donne: Ramona Vittori (la più votata) e Sharon Carminelli. Un seggio l’ha invece conquistato la lista Rinnoviamo Tolfa e quindi entra il candidato sindaco Mauro Tagliani. 

ULTIME NEWS