Pubblicato il

Perla del Tirreno: asciugamani tra i rifiuti

Perla del Tirreno: asciugamani tra i rifiuti

Arenile abbandonato in attesa del nuovo bando di gestione Perla del Tirreno: asciugamani tra i rifiuti

S. MARINELLA – Non è stato un bel vedere, per i bagnanti domenicali che hanno invaso la città, ritrovarsi a stendere l’asciugamano tra i rifiuti. E’ ciò che si sono trovati ad affrontare i vacanzieri del fine settimana, portandosi nello stabilimento balneare comunale Perla del Tirreno, che dallo scorso settembre non è più gestito dalla vecchia società in quanto è scaduta la concessione. Ritardando dunque le pratiche burocratiche per indire una nuova gara di appalto per una sola stagione, l’arenile più grande della città è praticamente abbandonato a se stesso. Oggetto di atti vandalici e di utilizzo come discarica, il Perla del Tirreno è privo di attrezzature e la sabbia è colma di rifiuti. Se ne sono accorti anche i bagnanti che hanno provveduto a liberare il loro tratto di competenza dall’immondizia. Ovviamente non sono mancate le critiche perché, anche se l’ingresso in mare è gratuito, ciò non giustifica l’abbandono in cui è tenuto il più bel tratto di litorale di Santa Marinella. Non avendo fatto per tempo il bando di gara, che come tutti sanno scadrà il 13 giugno e dunque solo i primo di luglio sarà possibile rivedere lo stabilimento comunale ritornare al suo antico splendore, l’amministrazione comunale non ha provveduto a far ripulire l’arenile che, con le mareggiate invernali e lo scarso senso civico dei bagnanti domenicali, è tutt’ora colmo di immondizia. Il sindaco aveva promesso di impegnarsi nel liberare la spiaggia dai rifiuti, dai tronchi d’albero e dalle bottiglie di plastica, ma nel corso di un sopralluogo effettuato dal nostro giornale, l’area è rimasta come tre mesi fa. Naturalmente anche i gestori degli stabilimenti vicinori non condividono il lassismo del Comune nel provvedere a ripulire la spiaggia, ritenendo deleterio anche per loro essere confinanti con un tratto di arenile ridotto ad una specie di discarica. «Sarebbe il caso che il sindaco rispettasse l’impegno e facesse togliere l’immondizia – commentano gli operatori turistici della Passeggiata al Mare – tutti sanno che questo scorcio di tratto di mare è il biglietto da visita di Santa Marinella, quindi vanno tutelate tutte le realtà economiche della zona con la ripulitura dello stabilimento comunale». (Gi.Ba.)

ULTIME NEWS