Pubblicato il

Civitavecchia incontra Tel Aviv

Civitavecchia incontra Tel Aviv

Nei giorni scorsi la società storica cittadina ha ospitato un rappresentate del Jabotinsky museum

CIVITAVECCHIA – Nei giorni scorsi la Società storica civitavecchiese ha ospitato un rappresentante del Jabotinsky museum di Tel Aviv, venuto in Italia per visitare i luoghi dove decine di allievi ebrei, dal 1934 al 1938, frequentarono la scuola nautica di Civitavecchia.

La visita è iniziata al Cimitero monumentale, nella parte ebraica, dove si è reso onore alla tomba dell’allievo Avraham Strausberg, scomparso in mare nel maggio del 1935 per un improvviso malore e riportato in superficie dai palombari civitavecchiesi.

Nello scalo è stato visitato il molo San Teofanio, dove sorgeva l’istituto nautico ed erano poste, probabilmente, le baracche che ospitavano i ragazzi ebrei provenienti da tutta Europa, oltre un centinaio e divisi nei quattro corsi tenuti dal 1934 al 1938.

La scuola fu chiusa alla vigilia delle leggi razziali del settembre 1938.

L’incontro ha gettato le basi per una futura collaborazione storica, basata sull’utilizzo della documentazione custodita in Israele (documenti e foto) proveniente da Civitavecchia, la maggior parte della quale è stata donata dalla famiglia di Nicola fusco, comandante della scuola.

Inoltre, si è ipotizzata la realizzazione di una mostra fotografica e documentale, utilizzando il materiale custodito da alcune istituzioni culturali israeliane.

 

Carlo Canna

ULTIME NEWS