Pubblicato il

Comitato portuale: ok ai due milioni per il Pincio

Comitato portuale: ok ai due milioni per il Pincio

Approvata la variazione di bilancio che sblocca il finanziamento fermo da mesi. Per il Sindaco si tratta dell’annualità 2015, a cui dovrà far seguito entro novembre quella del 2016. Cozzolino: "Contento che finalmente si sia arrivati alla quadratura di questa vicenda"

CIVITAVECCHIA – È passato un anno dalla firma dell’accordo tra Comune ed Autorità Portuale: un protocollo di intesa sostenuto dai due enti che, di fatto, andava ad indicare nuovi rapporti di collaborazione tra Palazzo del Pincio e Molo Vespucci. Ma soltanto questa mattina è arrivato l’ok definitivo del comitato portuale allo stanziamento dei due milioni di euro che l’Authority si è impegnata a versare nella casse del Comune per dieci anni. L’iter burocratico ha subito un forte rallentamento, tanto che per il 2015 Molo Vespucci non ha inserito alcuno stanziamento nel suo bilancio.

“Sono contento di constatare che finalmente siamo arrivati alla quadratura di questa vicenda – ha commentato il sindaco Antonio Cozzolino – questo spero segni l’avvio di una svolta nell’attuazione degli accordi tra i nostri enti che in questi due anni hanno spaziato dalla cultura (mostra sui reperti di Cencelle) al turismo (piano di sviluppo turistico) alla logistica per i passeggeri (largo della Pace). La variazione coprirà anche l’affidamento per l’installazione della cartellonistica per le indicazioni ai turisti in area periportuale che, come da accordi, è stata acquistata dal Comune e deve essere installata a cura dell’Autorità Portuale, avvalendosi della cooperativa degli ex lavoratori Italcementi come da impegno assunto alla fine dell’estate del 2014. Nel corso del comitato portuale è stato posto anche il problema delle lavoratrici ex crociata blu e del presidio di primo soccorso interno al porto che sembra stia andando avanti con il passaggio alla sanità marittima di locali ex Ferrovie dello Stato”.

Nella relazione al Rendiconto 2015 illustrata nei giorni scorsi dall’assessore al Bilancio Florinda Tuoro, si è entrati nel dettaglio di questi 2 milioni: 1,5 milioni sarà finalizzato a miglioramento dei servizi pubblici. La restante parte del contributo, ossia i 500 mila euro, va a finanziare la spesa per investimenti, con 400 mila euro finalizzati alla raccolta differenziata e 100 mila euro per la rotatoria di Porta Tarquinia e per il decoro urbano. Certo, al di là dell’approvazione in comitato portuale, rimangono alcune questioni da chiarire. La prima: se i fondi sono vincolati,come disposto dal Ministero, per potenziamento di servizi inerenti i traffici portuali, difficilmente potranno andare a coprire i costi per l’avvio della raccolta differenziata porta a porta.

E soprattutto dovrà essere rimodulata l’erogazione del finanziamento. In questo caso, infatti, la variazione di bilancio per l’Authority riguarda il 2016, e non il 2015, con il Pincio che ha invece già accertato l’entrata di quei due milioni per lo scorso anno. Ma il Sindaco è certo: «Si tratta del contributo per il 2015 – ha spiegato – ho già fatto presente che entro la data prevista dall’accordo (novembre ndr) andrà fatta la variazione necessaria per coprire il 2016, ovviamente a fronte degli adempimenti del Comune che arriveranno per tempo».

ULTIME NEWS