Pubblicato il

''Montebello con Agresti può avere un consigliere comunale''

''Montebello con Agresti può avere un consigliere comunale''

A pochi giorni dal voto Amedeo Lanucara si rivolge ai due candidati e ai cittadini. Il presidente : «Chiunque vinca sarà apprezzato se risolverà i nostri problemi»

BRACCIANO – Si avvicina il giorno del ballottaggio a Bracciano che vedrà l’elezione del nuovo sindaco tra Claudio Gentili e Armando Tondinelli.

A rivolgersi ai due candidati è Amedeo Lanucara presidente del Comitato Montebelo, che nei mesi antecedenti le elezioni amministrative aveva rivolto un appello a tutti i candidati affinchè si prendessero a cuore e risolvessero la questione di Montebello.

Rivolgendsi personalmente a Gentili e Tondinelli Lanucara crive a nome del comitato il quale «si rallegra per la vostra performance. Voi foste, peraltro, tra i più solidali col Villaggio nel rispondere alle nostre consultazioni con tutti i Candidati-sindaco: Tondinelli condivise in larga parte il nostro cahier de doléance, anche se non ritenne di poter prendere impegni sui tempi, mentre Gentili ci firmò un documento, ove accoglieva al 90% le nostre richieste, ivi compresi i tempi.

Ringraziamo inoltre gli altri Candidati-sindaco non giunti al ballottaggio (Romolo Mangoni, Donato Mauro, Marco Tellaroli e Luca Testini), per aver instaurato con noi un dialogo, spesso costruttivo, che ha chiarito le reciproche «posizioni».

Eccoci adesso alla prova decisiva del 19 giugno – aggiunge Lanucara – Noi apprezziamo le qualità di entrambi i Contendenti, i quali, qualora eletti, svolgerebbero ottimamente il mandato, risollevando la Città dal baratro».

«Rileviamo poi – aggiunge il presidente – che nella lista di Gentili s’è candidato, sponte sua, un nostro socio di grande levatura morale, civile, professionale, il preside Riccardo Agresti, che verrebbe eletto consigliere, qualora Gentili vincesse il ballottaggio. Un fatto davvero storico.

I numerosi consensi ottenuti da Agresti, ancorché candidatosi all’ultimo momento e senza alcun battage elettorale, testimoniano non soltanto il prestigio di cui egli gode, ma anche che Montebello ha ormai un peso primario nella dialettica politica.

Le sue battaglie, infatti, hanno riflessi importantissimi sulla vivibilità e sui servizi dovuti all’intera Cittadinanza, vedi parco di 7 ettari per i giochi dei Bimbi. E la Cittadinanza ne sta prendendo finalmente coscienza».

«Resta comunque fermo – conclude Lanucara – che chiunque vinca il ballottaggio (votato o no da noi) sarà apprezzato se risolverà i nostri problemi; in caso contrario, come già in passato, troverà la nostra ferma opposizione, con l’invio degli atti alla Procura della repubblica e alla Corte dei Conti, per le incombenze del caso».

ULTIME NEWS