Pubblicato il

Perla del Tirreno, affidamento provvisorio alla k2

Perla del Tirreno, affidamento provvisorio alla k2

Santa Marinella. Aperte le buste delle società partecipanti stamane presso il Palazzo Municipale

 di GIAMPIERO BALDI

SANTA MARINELLA – Lo stabilimento balneare comunale Perla del Tirreno ha un nuovo gestore. Si tratta della società K2 srl che ha fatto una offerta maggiore rispetto ai concorrenti.

Stamattina, infatti, la commissione di gara del Comune composta dal Segretario Alfonso Migliore, dalla responsabile dell’ufficio Demanio Cristina Peretti e dal responsabile dell’ufficio Patrimonio Claudio Di Luzio, riunitisi in seduta pubblica, dopo aver verificato i documenti presentati e aperto le buste che contenevano le offerte, hanno stabilito che l’azienda società aggiudicatrice in via provvisoria dello stabilimento balneare comunale, per la stagione estiva 2016, è la K2.

Alla gara hanno partecipato quattro società, la Ibr, la Cdr, la Irma ed appunto la K2 srls. La Ibr e la Cdr sono state escluse per non aver presentato la documentazione richiesta nelle modalità previste dall’avviso. Delle due rimaste, la proposta economica migliore è stata quella della K2 che ha offerto circa 110mila euro, a fronte di quella pervenuta dalla società Irma che si è attestata sugli 80mila.

La società aggiudicatrice in via provvisoria, dovrà ora eseguire, come da capitolato d’appalto, lavori di manutenzione ordinaria della struttura, dopodiché i tecnici incaricati valuteranno la conformità degli stessi in base alla perizia redatta dall’ingegner Perno. Subito dopo, quindi, si potrà procedere alla firma del contratto e alla successiva gestione dello stabilimento balneare per la stagione estiva in corso.

Sulla questione Perla del Tirreno, era intervenuto nei giorni scorsi il consigliere comunale Stefano Massera, che aveva chiesto alla maggioranza se era intenzionata a fare un bando per la ristrutturazione della Passeggiata al Mare o attendere le offerte di project financing da privati. «Perché la maggioranza non ha mai preso in considerazione il piano economico protocollato dal sottoscritto? – si domanda Massera – che documentava un vantaggio economico per la collettività di almeno 400mila euro, qualora si procedesse con la ristrutturazione mediante mutuo invece che con capitali privati. Le questioni sono state poste sia nel punto relativo al piano triennale che nella discussione del bilancio preventivo.

Ma Bacheca ha ritenuto, ancora una volta, non rispondere. A questo punto il piano triennale approvato dalla maggioranza prevede poco più di un milione di finanziamento di capitali privati. Scatta quindi un conto alla rovescia, chi intende fare proposte può farlo entro 90 giorni, anche senza bando come è successo lo scorso anno. E a giudicare dai silenzi imbarazzati del Consiglio sembra proprio che l’intenzione sia quella. Noi invece gli diciamo di ripensarci, ricominciare da capo e ascoltare la città. Se vuole ignorare le proposte dei consiglieri di opposizione, almeno ascoltino le tante voci dei cittadini che da settimane discutono sulle sorti della Passeggiata al Mare, ipotizzando diverse soluzioni. Anzi, la proposta che facciamo è questa, che si avvii un dibattito con i cittadini, che si ascolti e si discuta se non altro perché la Passeggiata è il simbolo di Santa Marinella».

 

ULTIME NEWS