Pubblicato il

Elezioni, ad Anguillara la sfida tra la Anselmo e Pizzigallo diventa una sfida di interesse nazionale

Elezioni, ad Anguillara la sfida tra la Anselmo e Pizzigallo diventa una sfida  di interesse nazionale

di ELICE RANIERI

ANGUILLARA SABAZIA – Anguillara sotto i riflettori anche a livello nazionale per il ballottaggio che vede coinvolta la esponente del Movimento 5 Stelle. Un fattore che proietta la sfida di domenica 19 giugno in un ambito nazionale, visto che i grillini puntano a moltiplicare le bandierine dei Comuni da loro amministrati.

Ma la sfida non si annuncia facile. Gli elettori infatti si troveranno sulla scheda anche il nome di Antonio Pizzigallo che vanta al primo turno un tesoro di voti. Lo appoggiano quattro liste. Fuori dal gioco il centro sinistra che vedrà sedere in Consiglio il candidato Flenghi e 1 o 2 consiglieri. A sostenere la Anselmo il 12 giugno in piazza del Molo è intervenuto un membro del direttorio, Alessandro Di Battista. E’ probabile che l’astensione cresca. Quanti di sinistra e centro sinistra se la sentiranno di votare Anselmo o di passare addirittura all’altro schieramento di centrodestra che Pizzigallo rappresenta? La Anselmo conferma «La trasparenza e la partecipazione sono per noi fondamenti essenziali per chi si propone ad amministrare la cosa pubblica e, in questo, mi sento di dire che non abbiamo rivali ed ogni passo è stato fatto in concertazione con altri Cittadini che si sono spesi nel progetto di una Anguillara migliore. Per arrivare ad un vero cambiamento bisogna necessariamente avere competenze e volontà di fare, e noi le abbiamo e le porteremo all’interno del Comune».

Tra le priorità vede «la programmazione. È indispensabile progettare, tempificare, realizzare, controllare e non ultimo informare. I cittadini hanno bisogno di certezze, di protezione, della consapevolezza che il loro comune stia progredendo, migliorando di giorno in giorno».

Pizzigallo, alla vigilia del silenzio elettorale, spiega ai cittadini di Anguillara, all’insegna del motto “Anguillara Merita”, perché dovrebbero votare per lui.

«Desidero invitare gli elettori – dice il candidato sindaco Pizzigallo – ritornare al voto per il ballottaggio di domenica prossima e di riflettere attentamente , prima di consegnare il governo della città ad un gruppo di persone che si ergono a paladini di “presunta legalità” e con idee quantomeno inapplicabili. Infatti, l’astensionismo ed il voto di protesta non farebbero altro che alimentare la rabbia e costringere la nostra città a 5 anni di buio amministrativo. Chiedo il vostro consenso perché amo la nostra città profondamente e non vorrei più vederla in queste condizioni di degrado, incuria e decadimento socio – economico.

Non devo accettare compromessi, come sostenuto dai nostri avversari, bensì intendo, intendiamo, lavorare per i nostri figli, per dare alla città un futuro di sviluppo e di benessere partendo dalle cose semplici e programmando un piano di interventi per far progredire Anguillara. Sono pronto, siamo pronti, – conclude Pizzigallo – a lavorare incessantemente per tutti voi disposti ad accettare le critiche costruttive ma decisi a non tollerare attacchi personali gratuiti ed infondati».

ULTIME NEWS