Pubblicato il

Ladispoli, una raccolta firme contro l’italicum

Mimmo Dieni (Pci) dà appuntamento in piazza Rossellini nella giornata di oggi

Mimmo Dieni (Pci) dà appuntamento in piazza Rossellini nella giornata di oggi

LADISPOLI – Oggi a Ladispoli, dalle 10,00 alle 13,00 e dalle 16,00 alle 20,00 in Piazza Rossellini, si potrà firmare per i referendum che chiedono l’abrogazione della nuova legge elettorale, ultramaggioitaria (il cosiddetto “Italicum”) e per le modifica del Senato della Repubblica, volute dal governo Renzi – Alfano.

Ad annunciarlo Mimmo Dieni, segretario cittadino Pci.

«Il governo – continua Dieni – ha voluto imporre, a colpi di fiducia, una nuova legge elettorale che permette al partito di maggioranza relativa che superi il 40% dei voti, di poter poi disporre di una maggioranza parlamentare del 60%, attraverso un “premio di maggioranza”. Si tratta di un atto gravissimo ed antidemocratico, che peggiora l’attuale legge elettorale (il cosiddetto “Porcellum”) dichiarata anticostituzionale dalla suprema Corte, andando ancora di più in un senso plebiscitario e smentendo, di fatto, quanto raccomandato dall Corte Costituzionale. La legge attuale di Renzi è, tecnicamente, ben peggiore sia della famigerata “legge truffa”, respinta da una vasta moblitazione popolare negli anni 50, che della stessa legge Acerbo che permise a Mussolini di accaparrarsi la maggioranza dei parlamentari, consegnadogli il potere».

«Anche il Senato della Repaubblica- continua il segretario – sarà ben lungi dall’essere abolito, come invece indica la tambureggiante propaganda governativa, ma sarà trasformato in una seconda camera, composta non da senatori eletti a suffragio universale come accade ora, ma sostanzialmente da “nominati” dalla nomenklatura degli attuali partiti rappresentati in Parlamento, che avrà il solo compito di dire si alle varie manovre di governo»

«Contro questo tentativo di restaurazione pre-novecentesca – conclude Dieni – la sezione di Ladispoli del Partito Comunista Italiano e L’Altra Europa per Tsipras, congiuntamente, organizzano un tavolo di raccolta firme ed invitano i cittadini ladispolani a firmare per i referendum».

ULTIME NEWS