Pubblicato il

Ospedale Tarquinia, Mazzola: ''Serve altro personale sanitario''

Ospedale Tarquinia, Mazzola: ''Serve altro personale sanitario''

 Il sindaco e presidente della Provincia Mauro ieri ha effettuato un sopralluogo presso il nosocomio etrusco. «I criteri di reclutamento sono troppo rigidi e finiscono per ingessare tutto il sistema» «Stanziate risorse per restituire alla città una struttura efficiente»

TARQUINIA – Una struttura efficiente, operativa e qualificata. È questo l’obiettivo del sindaco di Tarquinia Mauro Mazzola, nonché presidente della Provincia di Viterbo che ieri mattina ha effettuato un sopralluogo presso l’ospedale di Tarquinia, alla presenza anche del consigliere regionale Riccardo Valentini e del direttore generale della Asl, Daniela Donetti.

Già nello scorso mese di dicembre si era svolto un primo incontro, in occasione del quale erano state gettate le basi per dare il via a tutta una serie di interventi di riqualificazione strutturale, di potenziamento delle attrezzature presenti ed acquisto di nuovi ausili per l’ospedale di Tarquinia.

«In occasione del sopralluogo all’ospedale – spiega Mazzola – abbiamo constatato che i lavori avviati mesi fa procedono velocemente. Si sta intervenendo anche sull’ampliamento del Pronto soccorso, con il trasferimento dell’Avis in un’altra zona, al fine di rendere gli ambienti idonei ad accogliere le emergenze quotidiane. È necessario mettere in campo, inoltre, una serie di azioni per il reperimento di ulteriore personale sanitario e contestualmente valorizzare le eccellenze che già sono presenti».

Daniela Donetti ha sottolineato l’impegno sia della Regione Lazio che della Asl in sede di valutazione delle deroghe relative agli obblighi sulle assunzioni. Sono allo studio procedure concorsuali per reperire, in tempi brevi, nuove professionalità sia in campo medico che in altri servizi. «Comprendo la necessità di rispettare le disposizioni in tema di anticorruzione per la prevenzione e la repressione della corruzione e dell’illegalità nella pubblica amministrazione – dice Mazzola – ma non condivido i criteri di reclutamento del personale, troppo rigidi, che finiscono letteralmente per ingessare tutto il sistema. Già abbiamo stanziato le risorse per diversi reparti, effettuato interventi strutturali e continueremo a finanziare le dotazioni necessarie in termini di attrezzature e di tutto ciò di cui c’è bisogno, al fine di restituire alla cittadinanza una struttura operativa ed efficiente».

Il consigliere Valentini si sta impegnando, in prima persona, affinchè tutto ciò possa essere realizzato, portando al presidente Zingaretti le istanze del territorio.

«Valentini – spiega il sindaco – si è dimostrato sensibile ad accogliere le nostre richieste, comprendendo come l’ospedale di Tarquinia meriti non solo di continuare ad esistere, ma di essere valorizzato, anche in virtù delle numerose professionalità che vi operano. Mi auguro che, a breve, la città di Tarquinia possa contare su un nuovo presidio, non solo in termini strutturali, ma anche e soprattutto dotato di più personale qualificato. Molto è stato fatto ma occorre continuare su questa strada». (a.r.)

ULTIME NEWS