Pubblicato il

Pirgo: lo stabilimento arriva in extremis

Pirgo: lo stabilimento arriva in extremis

L’impegno dell’imprenditore Mario Benedetti dopo aver appreso che il Comune gli ha affidato la spiaggia libera attrezzata che lui ha gestito per anni. "Nonostante i tempi strettissimi assicurerò il servizio a partire dal 22 giugno"

CIVITAVECCHIA – Mario Benedetti non sapeva ancora nulla. La notizia legata alla volontà del Comune di affidargli la spiaggia del Pirgo l’ha appresa dalla Provincia, che lo ha chiamato per commentare la decisione. Sarà infatti la Elemartirreno Srl Unip a prendersi cura ancora della spiaggia libera attrezzata del Pirgo, nonostante i problemi riscontrati in fase di gara d’appalto.

Il Comune infatti, con determinazione dirigenziale di ieri, ha preso atto delle offerte pervenute per l’affidamento per la stagione 2016, ritenendo l’offerta di Benedetti più conveniente rispetto all’altra trasmessa dalla ditta Larosa Multiservizi Srl: ‘‘più vantaggiosa per l’amministrazione comunale – si legge nella determinazione dirigenziale firmata dall’ingegner Giulio Iorio – in quanto, a parità di servizi offerti, garantisce l’immediato posizionamento delle strutture necessarie già provviste delle autorizzazioni di legge e un’offerta economica, tra canone stagionale e servizio di derattizzazione della zona Pirgo, maggiore dell’offerta pervenuta dalla ditta Larosa multiservizi Srl’’.

Disposta quindi l’aggiudicazione provvisoria della gara alla ditta Elemartirreno Srl Unip, con un provvedimento che non comporta impegno di spesa. L’atto è stato già pubblicato all’Albo pretorio online del Comune e sul sito internet dell’Ente, ora tutti possono prenderne visione.

Secco il commento dell’imprenditore Mario Benedetti, che tuttavia non è entrato nel merito del problema che si è venuto a creare nelle scorse settimane, né dei ritardi causati da scelte amministrative poco attente: «Voglio prendere un impegno con Civitavecchia – ha affermato – entro il 22 giugno il Pirgo avrà di nuovo la sua spiaggia libera attrezzata. Assicureremo ancora una volta ai turisti e ai civitavecchiesi il servizio che abbiamo sempre offerto, nonostante i tempi siano strettissimi». Cinque giorni a partire da oggi per allestire una struttura, pulire l’intera spiaggia e posizionare cabine e chiosco con personale adeguato. Il clima è dalla parte dell’imprenditore: i giorni persi tra esclusioni, attese e nuove autorizzazioni, di sicuro non sono stati da mare. L’auspicio è che tutta questa storia abbia almeno insegnato qualcosa a chi si è assunto l’onere di amministrare la città.

ULTIME NEWS