Pubblicato il

Castello di Santa Severa, una bellezza che valorizza la nostra cultura

Castello di Santa Severa, una bellezza che valorizza la nostra cultura

di GIAMPIERO BALDI

SANTA MARINELLA – Il direttore della Coopcolture, la società che ha in gestione il Museo Civico sito all’interno del castello di Santa Severa, interviene in merito alle manifestazioni che verranno allestite nel maniero medioevale. 
“Non c’è solo la grande bellezza – afferma Letizia Casuccio – quella ovviamente esiste e lo sappiamo bene noi che da tanti anni lavoriamo al Colosseo, al Foro e al Palatino. 
Ma c’è la bellezza che la storia e l’arte hanno disseminato sul territorio del nostro Paese. E anche questa bellezza merita di essere valorizzata. 
Forse, proprio perché rischia di sfuggire ai nostri occhi così poco attenti, assorbiti dalle tante incombenze della vita, è questa la bellezza che merita di più la cura e la valorizzazione. 
Siamo dentro un antico borgo per presentare una iniziativa che vuole valorizzare in maniera non tradizionale tutta questa ricchezza culturale e storica allineata al turismo marino.  E’ proprio il mare il cuore del nostro progetto che parte da un museo e da una libreria specializzata, ma guarda anche alle bellissime rovine etrusche di Pyrgi, alla natura di Macchiatonda, ai ritrovamenti sottomarini affascinanti e rivelatori. Ma attorno a questo abbiamo organizzato in collaborazione con Comune e lavorando a stretto contatto con la Soprintendeza dell’Etruria Meridionale, con tante realtà produttive ed associative di questo territorio, una vera e propria stagione di eventi e di incontri, di didattica e di scoperta.  Per tre mesi il museo, la libreria, i cortili e i giardini che sono all’interno del borgo e del castello saranno il teatro di una Estate in blu.  Ci saranno appuntamenti per guardare le stelle con gli occhi degli antichi marinai, eventi per scoprire quanto il mare ha influenzato il pensiero e l’arte dell’uomo dall’età antica ad oggi attraverso la letteratura, la musica, il cinema”.  “Abbiamo rivolto uno sguardo speciale anche ai bambini e ai ragazzi – conclude la presidentessa – per far comprendere loro e farli appassionare al mare che non è solo la spiaggia e il bagno, ma anche il luogo dell’avventura e della storia dell’uomo. La nostra è una scommessa, ma siamo conviti di questa nostra iniziativa perché riesce a mettere insieme molti attori di questo territorio”.

ULTIME NEWS