Pubblicato il

Santa Marinella, ‘‘Colline pulite’’: presentato il progetto

Santa Marinella, ‘‘Colline pulite’’: presentato il progetto

di GIAMPIERO BALDI

SANTA MARINELLA – L’amministrazione comunale ha presentato il progetto “Colline Pulite”, recependo un bando della Città Metropolitana di Roma Capitale, inerente il piano degli interventi della raccolta differenziata. Il progetto, elaborato dal consigliere comunale Dott. Andrea Passerini in collaborazione con il Dott. Marco Maggi, della durata di un anno, intende validare un nuovo e più sistemico servizio di monitoraggio e raccolta dei rifiuti per restituire decoro e salubrità alle vie ed alle strade collinari dove si concentrano i punti di discarica abusivi. 
Grazie alla collaborazione con i gruppi già operativi sul territorio dei Rangers e delle Guardie Zoofile, che con il recente decreto sindacale possono contare su dieci nuovi pubblici ufficiali di ausilio al Comandante della Polizia Municipale anche per le azioni sanzionatorie, si attiverà un servizio di monitoraggio, raccolta e conferimento nell’isola ecologica di RAEE, inerti, pneumatici, accumulatori, oli minerali, arredi, ed altre tipologie di ingombranti. Parallelamente si sperimenterà un servizio di prenotazione, estremamente dinamico e funzionale alle esigenze dell’utenza, per la raccolta personalizzata di determinate tipologie di rifiuto ingombrante. E’ previsto anche un adeguato piano di informazione e comunicazione, attraverso il numero verde, una pagina web dedicata ed un pieghevole da distribuire a livello capillare a tutte le utenze cittadine. “Con questo progetto – dichiara Andrea Passerini – le ricadute sulla comunità saranno apprezzabili, non solo in funzione del decoro e della tutela ambientale, ma anche sotto l’aspetto di un generale miglioramento della qualità dell’accoglienza turistica, ora minata dall’immagine negativa offerta dalla vista dei numerosi punti di abbandono rifiuti. La valenza, ancora più importante, sarà insita nel processo di progressiva sensibilizzazione dell’utenza sulle tematiche ambientali”. “I cittadini – conclude Passerini – saranno allo stesso tempo informati sulle caratteristiche e sulla pericolosità dei rifiuti oggetto del monitoraggio, così come sui servizi attivati dal progetto e resi consapevoli del loro ruolo civico, come soggetti attivi della catena di valore rappresentata dal ciclo dei rifiuti”.

ULTIME NEWS