Pubblicato il

Cerveteri, tre bambini su quattro soddisfatti della mensa

di GIULIANA OLZAI

CERVETERI – L’Amministrazione comunale alla guida del Sindaco Pascucci ha dato massima priorità alle scuole, in particolare con interventi di riqualificazione e miglioramento della vivibilità su tutti i refettori scolastici.  Così a Cerveteri sono attive ben 13 strutture, 9 all’interno delle scuola più altri 4 moduli prefabbricati di moderna concezione. I locali, resi conformi alle normative vigenti in termini di igiene e sicurezza,  sono  accoglienti, confortevoli, da un punto di vista estetico belli e colorati, oltre che perfettamente funzionali e adeguati alle esigenze dei bambini. 
Per quanto riguarda il servizio di ristorazione i menù sono stati elaborati in base alle tabelle dietetiche approvate dall’A.S.L. Si garantisce una sana alimentazione utilizzando prodotti biologici per la preparazione dei pasti, olio extravergine di oliva come condimento, niente cibi fritti ma solo cotture in forno, utilizzo esclusivo di parmigiano reggiano e carni provenienti esclusivamente da allevamenti nazionali. Attenzione particolare è stata posta  anche all’esigenza di differenziare le proposte alimentari tenendo conto di intolleranze, allergie, patologie, motivazioni di ordine religioso, ecc. Ciò risulta essere in netta controtendenza con uno degli elementi di contestazione sollevato dalle mamme, dell’aumento delle tariffe della mensa, comunicato negli ultimi giorni, che lo vorrebbe non giustificato vista la scarsa qualità del servizio e del cibo distribuito.
A questo punto ci si chiede cosa ne pensano i bambini? Quale il loro livello di soddisfazione del servizio offerto? I risultati di un’indagine condotta nel 2015 da Sodexo (società che a Cerveteri gestisce le mense scolastiche) per valutare il livello di soddisfazione del servizio di mensa scolastica, a cui hanno partecipato 894 alunni, supportati dalle loro insegnanti, ci offrono un quadro rassicurante e ottimale circa la gradevolezza e gustosità dei piatti, la loro presentazione ecc. Si valuta il loro livello di soddisfazione che viene espresso utilizzando una scala semantica semplice, esplicita e di facile comprensione: ”molto soddisfatto”, “soddisfatto”, “insoddisfatto’’ e ”molto insoddisfatto”. Ebbene tre bambini su quattro è complessivamente soddisfatto del servizio e uno su tre si dichiara molto soddisfatto. Per quanto riguarda il livello di soddisfazione dei singoli elementi del servizio nel complesso otto bambini su dieci hanno espresso una valutazione positiva (‘’molto soddisfatto’’ + ‘’soddisfatto’’) sul gusto della pasta e della carne. Tre su quattro sulle porzioni (ho abbastanza cibo nel piatto?), sulla scelta (piatti diversi ogni giorno) e presentazione (aspetto generale). Percentuali leggermente inferiori per cibi sani (verdura e frutta appetitosi) che si attesta al 69%  e gusto dei contorni (verdura, cereali ecc..) al 66%. Non stupisce che si collocano negli ultimi posti di gradimento il gusto della minestra (56%) e il gusto del pesce (54%).  I bambini poi sono molto soddisfatti dell’ambiente in cui si consuma il pasto. Nove bambini su dieci esprimono una valutazione positiva (‘’Molto soddisfatto’’ + ‘’Soddisfatto’’) per la pulizia di piatti e posate, per la pulizia e le decorazioni della mensa (colori, tavoli, sedie, ecc.). Otto su dieci complessivamente soddisfatti della disponibilità dei posti a sedere e per la simpatia del personale che distribuisce il cibo. Sette su dieci per i menù a tema e animazioni a tavola e la velocità del servizio. 

ULTIME NEWS