Pubblicato il

Ladispoli, Ussia e Pierini contro Acea sull'idrico: "Questa situazione non è più tollerabile"

LADISPOLI – «Questa situazione non è più tollerabile».  Questo il coro all’unisono degli assessori del comune di Ladispoli Roberto Ussia e Marco Pierini. In un video i due amministratori spiegano il perché della nuova carenza idrica registrata giovedì sera.
Non si tratta di guasti, quella che manca è l’acqua nelle condutture. Infatti sembra che Acea quest’anno non sta fornendo la stessa quantità degli anni scorsi, contravvenendo a degli accordi che avrebbe da tempo con il comune di Ladispoli. Da maggio infatti la società Acea Ato 2 dovrebbe fornire molti più litri al secondo di quelli che sta fornendo. Risultato: quando fa più caldo o nei weekend dal pomeriggio i serbatoi si abbassano di livello e Ladispoli inizia a rimanere senza acqua dalle zone del Cerreto a scendere.
I cittadini sono indignati, anche perché a Ladispoli non sono molto abituati a questi problemi. «Ho tre figli e la sera non posso fargli la doccia» scrive arrabbiata una cittadina.
Il comune di Ladispoli per tamponare aveva anche sospeso la fornitura di acqua ad Ostilia, acqua che poi andava nella zona di Campo di Mare. Per effetto domino il comune di Cerveteri ha dovuto aumentare l’afflusso richiedendo ad Acea il passare una nuova conduttura per aumentare l’afflusso e fornire Campo di Mare.
Se il sindaco Paliotta l’aveva minimamente accennato in tv Pierini taglia corto: «Se Acea pensa di non rispettare gli accordi per intimorirci o per metterci in difficoltà in modo che poi nasca l’esigenza di far passare sotto il loro controllo l’acqua pubblica si sbaglia».
«Questi mezzucci verranno spediti al mittente» ribadisce Pierini.
Gli fa eco Roberto Ussia che propone gesti eclatanti fino a coinvolgere il comune di Roma. Ora la situazione si fa difficile. Da questo week end il meteo prevede un avvio di fatto della stagione balneare cosa che scatenerà l’invasione dei pendolari del week end.

ULTIME NEWS