Pubblicato il

M5S Tarquinia: «La gestione idrica non va consegnata al privato»

TARQUINIA- M5S Tarquinia: “Mazzola e la maggioranza consegnano l’acqua alla gestione privata, un altro schiaffo alla volontà dei cittadini”. Duro affondo dei grillini affidato al portavoce Marco Dinelli. “Nell’ultimo consiglio comunale non si è parlato solo di bilancio di previsione. L’amministrazione ha infatti consegnato il Servizio Idrico comunale alla Talete S.p.A, e dal 1° luglio prossimo la gestione dell’acqua a Tarquinia passerà nelle mani di una società di diritto privato”. Vogliamo quindi portare all’attenzione dei cittadini due fatti che questa amministrazione ha ignorato: con il referendum abrogativo del 2011 sull’acqua pubblica, il 95% di oltre 27 milioni di italiani, (a Tarquinia quasi 7.500 cittadini) si sono espressi nettamente a favore di una gestione pubblica del servizio idrico (consorzi o aziende speciali) per assicurare un controllo democratico di un bene indispensabile per la vita di ognuno; la “pubblicità” dell’acqua è sancita dalla Legge Regionale n.5 del 2014 “Tutela, governo e gestione pubblica delle acque”, che è legge di iniziativa popolare, partita dal basso con la partecipazione attiva di comitati, associazioni, sindaci che hanno depositato la legge in consiglio regionale dove poi è stata votata all’unanimità”. L’affondo si fa aspro. “Esiste quindi un chiaro volere popolare che è di fatto ignorato a tutti i livelli istituzionali: dal Governo, che con il Decreto Sblocca Italia sta aggredendo i beni comuni, dalla Regione, che non rende operativa predetta la legge 5/2014 ed infine dai Comuni, che chiedono l’affidamento del servizio a società di diritto privato come la Talete spa. La Talete S.p.A si presenta con una grave esposizione debitoria, nota a tutti: i dati diffusi dalla stampa locale riferivano di circa 20 milioni di euro di debito accumulati in un decennio. Un vero schiaffo a quei 7500 tarquiniesi che nel referendum del 2011 si espressero contro l’affidamento del servizio idrico a soggetti privati o società pubbliche con partecipazione privata”.

ULTIME NEWS