Pubblicato il

‘‘Migrazioni’’ al Traiano

‘‘Migrazioni’’ al Traiano

DANZA

Venerdì e sabato scorsi, al teatro Traiano è andato in scena ‘‘Migrazioni’’. 
E’ lo spettacolo di danza con il quale il Balletto di Civitavecchia conclude il suo 39° anno accademico. 
Interpretata da tutti gli allievi che hanno voluto prendere parte all’evento, la rappresentazione coreografica ha avuto un filo conduttore ispirato dal noto balletto Il Lago dei Cigni.
Nello spettacolo, i cigni rappresentati dagli allievi del Balletto di Civitavecchia, sono uccelli che migrano in paesi diversi del nostro pianeta, immaginati dalla fervida fantasia dei nostri eccellenti coreografi che, così  mettono in risalto, fra l’altro, anche aspetti caratteristici dei luoghi.
Il cigno, volatile dal portamento elegante, come quello che conferisce solitamente la danza classica, ha necessità di migrare verso luoghi climaticamente più accoglienti per la sua sopravvivenza. 
Come gli esseri umani, i cigni  formano coppie che solitamente restano unite tutta la vita e migrano mai per piacere, ma per necessità.
La migrazione è dunque un viaggio finalizzato alla ricerca, se non del benessere, quantomeno della sopravvivenza e questo percorso ha una forte assonanza con un altro movimento: il “Movimento per la Vita” ovvero la Federazione di volontariato che si propone di difendere il diritto alla vita e la dignità di ogni uomo, favorendo una cultura dell’accoglienza nei confronti dei più deboli ed indifesi.
Ed è proprio questa assonanza che ha convinto gli organizzatori a volere sensibilizzare, nel corso delle sue serate, l’attenzione del pubblico ad un gesto di solidarietà concreta e diretta verso il Movimento per la Vita. 
Le coreografie sono state di Caterina Lunati, Francesca Moro, Elena Puccio, Angela Abbigliati, Federica Angelozzi e Carlo Scardovi. La scelta musicale di fondo non poteva che essere, ovviamente, la musica di Cajkovskij. Fra le altre musiche merita una segnalazione quella di Carlo Schiaroli, trattandosi di musica originale. Il sottofondo musicale di video e immagini che hanno supportato i balletti sono state di Salvatore Martuscelli e Sergio Cracolici. Il servizio luci e audio di Diego Spano di Audiophase. Direzione artistica e regia di Caterina Lunati.
Si conclude, così, per la Scuola Balletto di Civitavecchia, un anno ricco di attività, dove quella prevalente resta la formazione dei giovani sotto il segno della danza classica, ma non solo e della buona musica.
Molteplici sono stati gli eventi organizzati dalla scuola con insegnanti ospiti di notoria caratura o quelli ai quali la scuola ha partecipato conseguendo sempre ottime affermazioni. Anche sotto il profilo della divulgazione della danza dei grandi balletti l’impegno della scuola e della direttrice non è stato indifferente.
Il presidente Francesco Di Vita ha voluto ringraziare il sindaco Cozzolino e l’assessore alla Cultura D’Antò per la concessione del patrocinio della Città di Civitavecchia.
«Un meritato riconoscimento va a tutto lo staff – fanno sapere dal Balletto di Civitavecchia – che come al solito ha contribuito fattivamente all’organizzazione dell’evento. Un grazie di cuore anche e soprattutto alle famiglie degli allievi per la fiducia e la stima accordati allla scuola e alla direttrice Caterina Lunati, con l’auspicio di rivederci tutti al prossimo anno accademico 2016-2017 per festeggiare insieme il 40° anno di attività del Balletto di Civitavecchia».

ULTIME NEWS