Pubblicato il

Ams, oggi è il giorno decisivo

Ams, oggi è il giorno decisivo

Preoccupazione per una ventilata delocalizzazione delle attività fuori dall’Italia. Prevista per la data del 28 giugno l’assegnazione degli asset aziendali. I sindacati chiedono garanzie sul riassorbimento occupazionale

FIUMICINO – Alla vigilia dell’assegnazione degli asset di Alitalia maintenance systems prevista per oggi 28 giugno, le OO.SS. tornano ad esprimere forti perplessità nei confronti di uno dei due soggetti offerenti. “Domani (oggi, ndr) potrebbe essere il giorno decisivo dal quale uscirà la società aggiudicataria degli asset di AMS”. Ci auguriamo che, chiunque sia l’acquirente, abbia un serio piano di rilancio che preveda il progressivo e completo riassorbimento occupazionale, nostro primo obiettivo” – dichiarano le Segreterie di AMS FILT CGIL, FIT CISL, UILTRASPORTI, UGL TRASPORTO AEREO – “ovviamente – proseguono i sindacalisti – conoscendo già il progetto della società Statunitense Jetran che prevede quanto auspicato da noi sopra per la nascita della nuova AMS, non possiamo che prendere atto di un concreto progetto rispetto all’altra società di cui sappiamo solo che sta organizzandosi a Miami per uno start up di revisione motori con il know how di alcuni ex dipendenti di Ams. La forte preoccupazione – concludono i sindacati – è che questa operazione possa portare ad una delocalizzazione delle attività, svuotando il sito di Fiumicino”.

ULTIME NEWS