Pubblicato il

«Criticità dai risvolti gravi alla mensa»

«Criticità dai risvolti gravi alla mensa»

Il parere del medico dopo un sopralluogo fatto a marzo e rivelato a giugno

CERVETERI – “A parere di chi scrive, il servizio mensa svolto dalla SODESXO per le scuole elementari di Cerveteri, non soddisfa i requisiti minimi che possano permettere di definirlo un servizio di qualità.” Con queste parole inizia la relazione che il Dott. Gaetano Giordano, Medico Chirurgo, Psicoterapeuta, specialista in medicina legale e delle assicurazioni, membro della commissione di controllo eletta autonomamente dai genitori dei bimbi che usufruiscono del servizio mensa, la relazione prodotta il 18 giugno 2016 di un sopralluogo a sorpresa a marzo dello stesso anno. I rilievi del dott. Giordano sono inquietanti e pesanti. Parla di condotte permesse ad operatori sia addetti al servizio, sia estranei (operatori scolastici) che rendono possibili “infezioni gastroenteriche e virali gravi”. Fa delle puntualizzazioni sul cibo usato “basti considerare quante volte è presente nel menù la voce pasta” che con la presenza di panature nei secondi e la scarsità di verdure nei contorni porta un apporto “nocivo” di carboidrati in quanto responsabili di “picchi glicemici elevati e conseguenti picchi insulinici”. E chiude la sua relazione con “A parere di chi scrive, la refezione scolastica delle scuole di Cerveteri appare ben lungi dall’integrare una qualità sia pur minima”, anticipando la richiesta dell’esibizione da parte della Sodexo e al comune delle bolle di accompagnamento del cibo con documentazione relativa a provenienza e qualità. Vista la premessa che ha fatto Pascucci stesso in apertura dell’incontro tenuto venerdì scorso al Granarone e cioè che indipendentemente dal costo, il cibo e il servizio deve essere al top, il lavoro del dott. Giordano diventa encomiabile, anche se si avventura in dei campi, come quello nutrizionale, che non sembrano essere suoi specifici, ma essendo un medico, c’è poco da eccepire sui rischi da infezioni dove i rischi ci sono. Una perplessità però il suo intervento la solleva. Come mai, rilevate tante gravi irregolarità foriere di rischi gravi per la salute, non è partita immediata come di dovere supportata dal ruolo e soprattutto dalla qualifica, la denuncia ai NAS ma presenta tale relazione dopo tre mesi, a scuole chiuse e a supporto di una protesta per un avvenuto aumento della retta?

ULTIME NEWS