Pubblicato il

Al via i controlli dei rifiuti

Al via i controlli dei rifiuti

Il Comune scende in strada per verificare il contenuto dei secchi per la differenziata. L’amministrazione: «Previste sanzioni per i trasgressori»

ANGUILLARA SABAZIA – Continuano i controlli da parte dell’amministrazione comunale di Anguillara Sabazia in merito ai rifiuti.

Molti, infatti, i cittadidi che hanno segnalato nell’ultimo periodo pratiche non proprio conformi alle regole dell’igiene urbana.

Secondo alcuni, infatti, i rifiuti verrebbero mischiati una volta dopo la differenziazione.

La neo insediata amminsitrazione ha così deciso di scendere, macchinetta fotografica alla mano, in strada per controllare cosa effettivamente accadeva.

Il primo campionamento, per così dire, è avvenuto in via Acquedotto della Riccia.

«A seguito di segnalazioni fatte da alcuni cittadini in merito a presunti comportamenti negligenti da parte degli operatori ecologici che “mischierebbero tutto” – scrive l’amministrazione comunale di Anguillara Sabazia – é stato fatto un sopralluogo a campione in via Acquedotto della Riccia e il responsabile Franco Francocci ha fotografato il risultato di questo controllo: nei cassonetti il materiale è risultato completamente mischiato diventando quindi indifferenziato».

Una volta verificato il contenuto dei cassonetti, quindi, l’amministrazione ha provveduto ad indicare ai cittadini cosa comporta una errata separazione dei rifiuti in termini di costi.

«Questo – ha spiegato l’amministrazione – comporta all’interà comunità costi maggiori di smaltimento ed un minore guadagno per il riciclo di carta e plastica».

«Si invita la cittadinanza – ha concluso l’amministrazione – all’osservanza delle regole relative la raccolta differenziata e al rispetto per il territorio e per il Comune iniziando ad avere comportamenti eticamente corretti e rispettosi dell’Ambiente».

«I controlli – avverte l’amministrazione comunale di Anguillara Sabazia – saranno sempre più frequenti confidando di riuscire a trasmettere quel senso civico che dovrebbe appartenere all’intera comunità.

Sono previste sanzioni amministrative ai trasgressori».

ULTIME NEWS