Pubblicato il

Tirrenica, Mazzola: ''No alla chiusura dell’incrocio''

Tirrenica, Mazzola: ''No alla chiusura dell’incrocio''

Il sindaco di Tarquinia Mauro Mazzola ha scritto alla Sat per bloccare l’eliminazione dell’innesto della Vecchia Aurelia sulla statale Aurelia. «Fino a quando non sarà realizzata una viabilità alternativa adeguata il transito rimarrà aperto»

TARQUINIA – Alla fine, il sindaco di Tarquinia Mauro Mazzola è costretto a dare ragione ai comitati e ai cittadini che da tempo gridano all’inadeguatezza, nei modi e nei tempi, della viabilità alternativa, in concomitanza con la realizzazione dell’autostrada tirrenica. La parola d’ordine è quindi proprio «viabilità alternativa inaudeguata», frase ripetuta più volte dai comitati che da sempre chiedevano maggiori garanzie per il territorio.

Il sindaco Mauro Mazzola, adesso, ammette le carenze nel progetto collegato all’autostrada tirrenica e corre ai ripari. Il primo cittadino etrusco ha infatti deciso di bloccare la chiusura dell’innesto della S. P. Vecchia Aurelia sulla statale Aurelia.

In una nota inviata alla Sat, il primo cittadino diffida la società dal chiudere l’incrocio, perché «occorre prima realizzare una viabilità secondaria per permettere l’accesso ai fondi prospicienti l’Aurelia che, ad oggi, rimarrebbero interclusi, e creare le condizioni per garantire ai numerosi cittadini, che vivono e lavorano nelle località Bugname, Capannone, la Cesa e Montecimbalo, un percorso adeguato alternativo».

«Non ci sono le condizioni per chiudere l’accesso. – sottolinea il primo cittadino – La viabilità proposta da Sat, ovvero le strade dell’Argento, Gramiccia e un tratto della Vecchia Aurelia, è inadeguata». Poi anche l’ammissione: «Queste strade sono di dimensioni ridotte per consentire un agevole transito a doppio senso di marcia. Inoltre, ciò comporterebbe un aumento di percorrenza di oltre 11 chilometri. Voglio poi ricordare che in un recente sopralluogo gli stessi tecnici di Sat sono rimasti bloccati in località Gramiccia».

«Per chiudere l’innesto, quindi, è necessario risolvere tali problematiche – dice ora Mazzola – Rinnovo pertanto la richiesta, avanzata già in passato, di creare una viabilità complanare che colleghi i due tratti esistenti della Vecchia Aurelia: un tratto stradale che colleghi la Vecchia Aurelia (all’altezza dell’innesto con la statale Aurelia) con quello (sempre della Vecchia Aurelia) che va innestarsi con la strada vicinale Gramiccia».

ULTIME NEWS