Pubblicato il

Duemila persone senz’acqua

Duemila persone senz’acqua

Da anni la situazione è sempre la stessa. Nonostante le promesse. Testa di Lepre sconta la carenza strutturale della condotta

di FEDERICA CENCI

TESTA DI LEPRE – È ancora emergenza acqua a Testa di Lepre. Anche queste sere, circa duemila famiglie sono rimaste senza acqua, per una serie di guasti al serbatoio centrale che purtroppo stanno diventando cronici.

Il Borgo è letteralmente secco. Un disagio che non è nuovo in questa zona, ma che in questi giorni con il rialzo delle temperature si fa ancora più allarmante. Soprattutto se si pensa che sono molti gli anziani rimasti senza acqua.

Era il 14 gennaio 2014 quando di fronte all’ennesimo guasto delle condutture idriche di Testa di Lepre il sindaco Montino in una nota ufficiale affermava: «Abbiamo gettato le basi per una pianificazione dei lavori. Purtroppo partiamo da zero. Rimane il rimpianto di ciò che poteva essere fatto negli anni scorsi attraverso un finanziamento regionale che avrebbe consentito di intervenire su piccoli tratti».

Al 28 gennaio 2015 e siamo da capo a dodici, le condotte continuano a rompersi, i cittadini sono rimasti di nuovo senz’acqua. Ora l’ultima ennesima «rottura»… in tutti i sensi. Intanto l’acqua è tornata per qualche ora, ma non l’intervento di chicchessia, solo perché il serbatoio si è un po’ riempito. Fino alla prossima emergenza, che resta dietro l’angolo.

Il Comune infatti qualche lavoro dall’Acea l’ha ottenuto, ma è ancora troppo poco; il problema è strutturale.

ULTIME NEWS